Bundesliga: spettacolo e gol a Brema e Monaco

di Marco Mancini Commenta

E’ una giornata di Bundesliga scoppiettante quella che ha fatto stropicciare gli occhi ai tifosi tedeschi in questo fine settimana. A dare spettacolo per primo è il Bayern Monaco che ha letteralmente sotterrato i temibili avversari dell’Amburgo per 5-0. I bavaresi chiudono il discorso in cinque minuti, quelli che intercorrono tra il gol di Van Buyten che fa valere i suoi centimetri in area e quello di Ribery al 17′.

L’Amburgo, che non ricordava un inizio di campionato così terribile da anni (un punto in tre partite con 9 gol subiti) si sfalda, tanto che allo scadere del primo tempo Robben fa ciò che vuole in area, compreso il segnare il gol del 3-0. Nella ripresa chiudono i discorsi Gomez e Olic.

Ma al Bayern risponde il Werder Brema, una squadra abituata a goleade (sia segnate che incassate), ma che quest’anno sembrava un po’ più normale. Ma alla terza giornata è già show. La “spalla” la fa il Friburgo che al 7′ è già in vantaggio con Papiss Cissé. I padroni di casa ci mettono un po’ a ritornare in corsa, ma quando ciò avviene, lo fanno alla grande. Tra 30′ e 34′ Fritz e Pizarro ribaltano il risultato. Inizia la ripresa ed è subito gol del Friburgo. Ancora Cissé ed è 2-2. Ma non poteva finire così, e l’ex interista Arnautovic riporta in vantaggio il Werder. Ancora pari quando al novantesimo mancano 5 minuti, ma a 3 minuti dal fischio finale Hunt trasforma il rigore per il 4-3. Il Friburgo si lancia in attacco ed inevitabilmente si scopre per il 5-3 finale di Wesley al 92′.

Tra le altre gare, da segnalare la vittoria del Bayer a Stoccarda per 0-1, e l’incredibile impresa del Borussia Moenchengladbach che vince 4-1 contro il Wolfsburg e si porta momentaneamente in vetta alla classifica, in attesa delle partite di Mainz e Hannover.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>