Argentina, Messi e Burdisso ai ferri corti

di Gioia Bò Commenta

Foto: Ap/LaPresse

In casa dell’Argentina l’aria è diventata irrespirabile dopo i due pareggi rimediati nelle prime due gare di Coppa America. Lionel Messi è finito nell’occhio del ciclone, poiché non è riuscito a dimostrare tutto il proprio valore sul campo, e pare che anche qualche compagno di squadra cominci a non credere nelle qualità del talentuoso numero 10 del Barcellona.

La dimostrazione verrebbe da un litigio piuttosto acceso tra Messi e Nicolas Burdisso, difensore della Roma, al termine di un’azione non andata a buon fine. A detta di una parte della stampa argentina, Burdisso avrebbe invitato l’attaccante ad un maggiore impegno in mezzo al campo, gridandogli “bimbo, metti in funzionamento le pile”. Un’espressione più colorita viene riportata invece da altri quotidiani, secondo i quali il difensore della Roma si sarebbe lasciato scappare un “bimbo, nell’ultima azioni dovevi correre. Non puoi farti anticipare. La p… che te pariò (equivalente al nostro figlio di…)”.

I diretti interessati non rilasciano dichiarazioni in merito alla lite, mentre davanti ai giornalisti si presenta il padre di Messi:

La situazione è complessa, in casi come questi si dicono sempre cose brutte. C’è stata una discussione, ma queste cose capitano anche nelle partitelle tra amici.

A sentire Messi senior, la Pulce sarebbe delusa per i fischi ricevuti al termine dell’ultima gara di Copp America:

Lionel ci è rimasto male e non capisce dove sia nata questa situazione: la gente è comunque libera di pensare quel che vuole. La stampa sta gettando benzina sul fuoco. E’ la prima volta che Leo viene fischiato. Di certo al Barcellona c’è un altro ambiente. Evidentemente, per l’Argentina giocare la Coppa America in casa rappresenta una pressione enorme.

A prendere le difese di Messi arriva anche Batista Sergio Batista, ct dell’Argentina:

Lionel è il miglior giocatore del mondo, non ha alcun problema fisico e giocherà finché potrà. Ha il carattere giusto per superare questo periodo, ma posso dirvi che ama giocare con la maglia della propria Nazionale. La lite con Burdisso? Le liti avvengono sempre tra compagni, sono cose positive perché sono segno di adrenalina.

E allora non ci resta che sperare nell’esplosione dell’adrenalina sin dalla prossima partita, perché altrimenti ci ritroveremo con una Coppa America giocata senza i padroni di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>