Moviola 28a giornata, gravi errori negli anticipi, dubbi sul gol della Juve

di Marco Mancini Commenta

La giornata degli arbitri era iniziata in maniera disastrosa. Nei due anticipi di venerdì e sabato infatti Damato e Guida ne hanno combinate di tutti i colori. Per fortuna nella giornata di domenica i colleghi si sono comportati bene, anche se c’è qualche dubbio nella sfida decisiva tra Catania e Juventus. Ma andiamo in ordine cronologico.

Il peggiore tra gli arbitri della 28a giornata è senza dubbio Damato. In Genoa-Milan infatti nega due rigori netti ai Grifoni (entrambi per falli di Niang, il primo di mano e il secondo una spinta su Granqvist), ma poi non espelle nemmeno uno dei 3 giocatori rossoblù che meritavano di andar fuori, tutti per falli da codice penale: Portanova, Bovo e Bertolacci, colpa dell’arbitro che sembra incerto negli interventi e lascia troppo correre.

POLEMICHE ROMA – Ventiquattro ore dopo è il signor Guida a combinare un disastro, e cioè non concede un rigore solare alla Roma per un fallo su Torosidis che, oltre al danno, subisce anche la beffa dell’ammonizione per simulazione. Parliamo però del secondo fallo perché il primo, su cui i giallorossi chiedevano il rigore, non sembra esserci. Per fortuna nella giornata di domenica, a parte qualche cartellino distribuito in maniera errata, non sono stati commessi errori gravi. L’unico dubbio avviene nell’episodio che potrebbe decidere il campionato, ovvero il gol di Giaccherini. Sull’azione nulla da obiettare, ma il problema è che  è nata da un gioco pericoloso di Barzagli che per recuperare palla entra a gamba tesa. Il gol arriverà oltre 30 secondi dopo, ma se l’arbitro lì avesse fischiato, sarebbe potuto non arrivare mai.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>