Ronaldinho, primi fischi anche al Flamengo

di Marco Mancini Commenta

Foto: AP/LaPresse

E’ arrivato da appena 3 mesi, e già non lo sopportano più. Ronaldinho non ha mai veramente ingranato al Flamengo, ed anche se per il suo arrivo sono stati fatti grandi proclami, la sua risposta sportiva non è stata all’altezza. La forma del Barcellona, o anche quella del Milan della passata stagione, sono lontane, ma se gli anni in questo si fanno sentire, ciò che più fa arrabbiare i tifosi è soprattutto l’atteggiamento tenuto in campo.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso si è avuta in coppa del Brasile ieri sera, quando i rossoneri incontravano la modesta squadra dell’Horizonte. Dinho qui ha dato il peggio di sé, sbagliando diversi passaggi e tiri in porta, e quando ha strappato il pallone di mano al suo compagno Renato per battere una punizione, calciata malissimo, il pubblico non ne ha potuto più ed ha preso a fischiarlo e lanciargli degli assordantissimi “buuu”.

Ronaldinho deve capire che questo è il Flamengo, il club più titolato e più popolare e il pubblico più esigente del Brasile, che prima di lui ha fischiato Romario, Ronaldo e Adriano. Se continua a giocare così, lo dovrò proteggere togliendolo dalla squadra finchè si riprende

ha spiegato Vanderlei Luxemburgo, suo allenatore e uno degli uomini chiave della trattativa che ha strappato l’ex milanista alla concorrenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>