Milan – Genoa 1-0, video e interviste

di Gioia Bò 3

Boateng salva il Milan a pochi minuti dal fischio fnale e consente ai rossoneri di restare in corsa per la conquista dello scudetto. Contro un Genoa concentrato sulla salvezza gli uomini di Allegri hanno faticato più del previsto per portare a casa i tre punti.

LA CRONACA DI MILAN – GENOA

LE PAGELLE DI MILAN – GENOA

Alla fine è arrivato il gol di Boateng che porta i rossoneri a meno tre dalla Vecchia Signora e lascia vive le speranze di bissare il successo dello scorso anno. Massimiliano Allegri analizza la gara:

È un bene aver vinto. È difficile giocare a fine stagione contro squadre che vogliono salvarsi. Il Genoa tatticamente ha fatto una buona gara, ci ha messi in difficoltà. Noi mentalmente non eravamo liberi, sapevamo di dover vincere per forza. Il primo tempo abbiamo fatto bene, nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, con qualche occasione in più per cambiare la partita.

Poi guarda in casa Juventus:

Le ultime gare e la Juventus imbattuta? Io spero che qualcosa succeda, diciamo che succederà… magari già a Novara. Alla Juventus lo scudetto lo daranno quando ci sarà la matematica certezza, perché darglielo prima? Ora vediamo a quanti punti riusciremo ad arrivare. Abbiamo la gara contro il Siena, da vincere, per mantenere la speranza accesa. Abbiamo lasciato punti in casa contro Fiorentina e Bologna, ma venivamo da un periodo di sforzi fatti nell’arco di tanti mesi. Senza alcuni errori commessi, magari si poteva centrare la vittoria finale. Con i se e con i ma però non si va da nessuna parte.

Gigi De Canio commenta la sconfitta:

Ai ragazzi ho chiesto di dare una risposta sul loro modo di essere, a prescindere dalla situazione di classifica. Ho chiesto di dimostrare orgoglio e credo che la cosa più importante sia stata la prestazione. Peccato per il punto mancato, che poteva muovere la classifica, ma questa prestazione può dare fiducia per queste ultime quattro partite. Se c’è bisogno di nuovo amore verso la maglia? Chiaramente non ci sarebbe stato il terzo cambio di allenatore se non ci fosse stata una situazione difficile, sotto ogni aspetto. Dopo ciò che è successo, ancora di più. La squadra, come tutto l’ambiente, penesava di disputare un campionato diverso, condito da vittorie e traguardi improbabili. Quando non sono stati raggiunti, i ragazzi, come l’ambiente, si sono lasciati andare, e trovarsi in fondo alla classifica diventa sempre difficile, soprattutto sotto l’aspetto mentale.

A breve il video della gara.

[Photo Credits | Getty Images]

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>