Europa League 2012, Guidolin gioca la carta Di Natale

di Gioia Bò Commenta

L’impresa è ardua, ma non impossibile. Lo sa bene Francesco Guidolin, che spera nella possibilità di ribaltare il risultato dell’andata degli ottavi di finale di Europa League, quando la sua Udinese venne sconfitta per 2-0 dall’AZ Alkmaar, pur giocando un’ottima partita in casa degli olandesi.

 DI NATALE IN CAMPO. Segnare due reti senza prenderne per pareggiare i conti sarà difficile, ma questa volta i bianconeri potranno contare sull’apporto di Totò Di Natale sin dal primo minuto:

Di Natale sarà della partita. Proveremo a centrare l’impresa. Mi rendo conto che capovolgere lo 0-2 dell’andata sarà assai difficile, ma proveremo a giocare da Udinese, a essere la squadra ammirata sino a un mese fa. Ora abbiamo qualche problema generato da alcune assenze, ma siamo nella condizione di passare il turno. Non è vero che siamo stanchi, a Novara abbiamo concluso in crescendo, il nostro secondo tempo è stato notevole.

PINZI CI CREDE. Guidolin crede nel passaggio del turno, così come tutta la squadra, a partire da Giampiero Pinzi, che si fa portavoce dell’umore generale:

Sicuramente ci aspetta una partita difficile, dobbiamo cercare l’impresa. Nel primo tempo all’andata ci hanno messo in difficoltà ma nel secondo, con più coraggio e determinazione, siamo stati noi a metterli in crisi. Questo ci spinge a cercare i due gol che ci permetterebbero di riportare la parità. Ci tocca scalare una montagna dura, siamo carichi e pronti per la gara. Basta guardare gli sguardi dei compagni e la voglia che ognuno di noi ha di passare il turno. Questa competizione è stata un premio per la scorsa stagione, vogliamo andare più a lungo possibile. E’ difficile ma noi ci crediamo.

La ricetta per battere l’AZ Alkmaar?

Due gol danno sicurezza, ma se subissero il gol potrebbero avere paura di non farcela più. Spero che questo accada, speriamo di segnare subito. Per noi è una partita molto semplice a livello mentale, il principale obiettivo è dare tutto, avere la voglia di spaccare il mondo e l’accortezza di non lasciare nulla agli avversari.

[Photo Credits | Getty Images]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>