Calcio tatoo: David Beckham

di Marco Mancini Commenta

Oggi ci occupiamo del calciatore che ha più tatuaggi in assoluto. Lasciamo l’Italia e voliamo dall’altra parte del mondo, precisamente a Los Angeles, dove nei Galaxy gioca un certo signor David Beckham. Il calciatore più fashion del mondo è un patito dei tatuaggi, dato che ne ha una ventina circa.
“I miei tatuaggi – spiega il calciatore – rappresentano quello che è importante per me nella vita. Ci sono i miei figli e mia moglie, che voglio avere sempre con me. Sono un’espressione di quello che provo per Victoria e per i ragazzi. Loro sono parte di me”. Una parte di sè che vuol portare tatuata a vita sulla pelle. Speriamo che non ci siano altri ricordi, altrimenti non avrà più spazio per tatuarli.


Cominciamo dall’alto. Alla base del collo David si è fatto tatuare una croce alata sulla nuca. Il tatoo appare già da 4 anni, e dovrebbe rappresentare la sua fedeltà religiosa.
Un pò più giù, all’altezza delle spalle, c’è un angelo custode che parte dalla base del collo e arriva fino al centro della schiena. E’ stato recentemente modificato per aggiungervi il nome del secondo figlio, Romeo, insieme a due ali che dovrebbero servire a proteggere il secondo nato in casa Beckham. Inizialmente il tatuaggio prevedeva solo un angelo custode senza ali, ma a braccia aperte e con la testa rasata, proprio com’è nello stile di Beck.
L’angelo sopra descritto aveva lo sguardo rivolto verso il basso, e precisamente alla base della schiena, dove il tatoo che appare è quello del nome del primo figlio, Brooklyn, e ora anche quello del terzo genito, Cruz.
Andando sulle braccia, possiamo vedere come sul bicipite destro compare l’angelo dell’avversità, considerato dal calciatore una sorta di scudo che proteggerà lui e la sua famiglia dagli scandali e dalle critiche. Mentre dall’altra parte del braccio ci sono due Cherubini che rappresentano i figli di Beckham.
Sull’avambraccio compare il numero 7 in numeri romani (VII) come un gladiatore, e ovviamente rappresenta il suo numero di maglia, vezzo di molti calciatori. Il tatuaggio risale al 2003 ed è accompagnato dalla scritta latina “Perfectio In Spiritu“, cioè Perfezione spirituale.
Sull’altro lato dell’avambraccio compare un tatuaggio tratto dal film Prison Break, un arzigogolo poco chiaro che probabilmente avrà come unico significato quello di voler evadere dalla prigione dorata della sua notorietà che delle volte dà decisamente alla testa.
Sul sinistro Beck si è fatto tatuare una foto di sua moglie in una posizione osè in stile Brigitte Bardot tutta circondata da stelle dal suo tatuatore personale Lou Malloy, giunto direttamente da Manchester, il cui costo è stato “solo” 3350 euro.
Sull’avambraccio sinistro invece compare una scritta biblica con caratteri hindi. La stessa frase compare sul collo di sua moglie, ed è beneaugurante. E’ stato il loro “regalo” per il sesto anniversario di nozze, e questa idea è venuta a lui perchè ha origini ebraiche.
Sul polso sinistro ci sono anche le iniziali dei loro due nomi, D&V, come tutti gli innamorati del mondo, insieme alla data del loro rinnovo del voto di matrimonio, May 8, 2006.
L’ultimo tatuaggio, in ordine di tempo, se l’è fatto stampare lungo tutto il fianco sinistro. E’ una frase in cinese che dice: “La vita e la morte sono certi, la ricchezza e l’onore dipendono da Dio“. Evidentemente nella seconda patria del cattolicesimo dopo l’Italia, Beckham ha avuto una crisi mistica, e si è dato alla religione. La cosa che sorprende e non vedere tatuaggi sulle gambe, ma visti i miliardi che gli piovono dagli Usa, possiamo solo aspettare che arrivino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>