Sampdoria – Livorno 1-1, pari al Ferraris

di Giovanni Ferlazzo 1

 Anticipo 23a giornata Serie B
Stadio Luigi Ferraris di Genova

Sampdoria – Livorno 1-1

Reti: 10’st Pozzi (S); 36′ st Paulinho (L)

La ventitreesima giornata di Serie B si apre con il consueto anticipo del venerdì sera. Al Marassi si affrontano Sampdoria e Livorno, due squadre che hanno bisogno di ritrovare una certa continuità positiva in un campionato per il momento molto deludente rispetto le ambizioni iniziali.

Iachini schiera il tridente formato da Juan Antonio, Pozzi e Bertani. Armando Madonna sceglie invece il solito duo offensivo composto da Paulinho e Dionisi.

LIVORNO SPRECONE – Il primo tempo è prettamente di marca livornese. La Sampdoria, fischiata pesantemente al rientro negli spogliatoi per l’intervallo, soffre chiaramente il pressing ospite e rischia più volte di andare sotto. I toscani infatti giocano meglio e bene, e riescono a creare nei primi quarantacinque minuti almeno quattro o cinque palle da gol, mettendo davvero alle corde i blucerchiati. I più pericolosi sono Piccolo e Paulinho, sempre attivi e convinti in zona da gol e potenzialmente in grado di far male in qualunque momento. La Samp si fa vedere solo nel finale con Pozzi, ma è troppo poco per ribaltare un andamento tanto evidente.

SAMP A SORPRESA, POI LIVORNO – La dura legge del gol punisce però gli ospiti che vengono trafitti al decimo del secondo tempo proprio da Pozzi, che riceve palla dal limite e in diagonale batte il portiere avversario portando in avanti i suoi. Il Livorno prova subito a reagire, ma adesso la Samp, galvanizzata dal vantaggio, gioca cono scioltezza e maggior sicurezza, tanto da sfiorare addirittura il raddoppio al ventiduesimo minuto ancora con Pozzi, ma la sua conclusione si stampa sulla traversa. Il pressing livornese si concretizza però a dieci minuti dalla fine con uno straordinario calcio di punizione di Paulinho: incolpevole il portiere della Sampdoria nella circostanza. Ma i blucerchiati sono anche sfortunati, e quattro minuto colpiscono ancora un legno, questa volta con Bertani, che aveva corretto di testa gli sviluppi di un calcio d’angolo. Il risultato non si smuove, finisce 1-1.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>