Finale Play-Off Serie B 2012-2013, Livorno – Empoli 1-0

di Giovanni Ferlazzo Commenta


Il Livorno è promosso in Serie A. La squadra amaranto è il terzo club che si aggiunge così a Sassuolo e Verona tra le neo-promosse nella massima serie, promozione che è arrivata dopo aver battuto l’Empoli per 1-0 nella finale di ritorno dei play-off. A decidere la gara una rete di Paulinho intorno la mezz’ora del primo tempo, quando al Livorno sarebbe bastato un pareggio per tornare in Serie A dopo tre anni di assenza. Delusione per l’Empoli, che comunque ripartirà sicuramente a testa altissima.

La cronaca di Livorno – Empoli 1-0

Il Livorno torna in Serie A dopo tre anni di attesa. Una promozione sofferta quando fino a qualche settimana fa sembrava una semplice formalità. Sprechi e occasioni mancate in stagione regolare, culminate nella sfida diretta con il Sassuolo all’ultima giornata, hanno costretto gli amaranto all’intricato percorso dei play-off per fortuna della squadra toscana completato perfettamente. L’Empoli torna a casa con l’amaro in bocca ma a testa altissima, specie se si considera che fino al girone di andata gli azzurri sembravano destinati al secondo campionato consecutivo con salvezza da conquistare nei minuti finali.

Al Livorno basterebbe un pareggio vista la migliore posizione in classifica, ma sono proprio i padroni di casa a provarci al quinto minuto con Paulinho, ben ostacolato però dai difensori avversari. L’Empoli sente forse troppo l’importanza del match ed è impreciso, a tratti palesemente impaurito. La più grande occasione prima della mezz’ora la costruiscono però proprio gli ospiti al ventiduesimo, con Maccarone che si divora la rete del possibile vantaggio a un metro dalla porta completamente sguarnita. L’Empoli è galvanizzato e prende campo, ma il calcio è spietato e al trentaduesimo arriva il colpo di testa di Paulinho a siglare l’1-0 livornese. Gambe spezzate per gli azzurri, che vanno al riposo senza mostrare una vera reazione.

Nel secondo tempo la partita si imbruttisce, l’Empoli è raramente in grado di rendersi pericoloso e permette al Livorno di controllare agevolmente la gara. L’occasione più importante arriva a due minuti dalla fine con una punizione battuta da Maccarone: Mazzoni però non si fa sorprendere. Tre minuti di recupero che servono solo a prolungare l’attesa per l’inevitabile: è festa Livorno.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>