Roma – Lazio, un derby che vale l’Europa

di Gioia Bò 1

Sale la febbre del derby nella Capitale, a poco più di ventiquattro ore dalla stracittadina che deciderà l’intera stagione delle due compagini. Roma-Lazio è un derby che vale l’Europa e che già da ora promette spettacolo ed agonismo per l’importanza della posta in palio. La Lazio parte in leggero vantaggio, avendo tre punti di vantaggio sui cugini giallorossi e potendo quindi giocare anche per il pari. Ma il tecnico dei biancazzurri assicura che la sua squadra giocherà per vincere e per avvicinare la zona Europa League.

 PETKOVIC NON SI ACCONTENTA. Vladimir Petkovic non vuol sentir parlare di calcoli:

Chi mi conosce sa che nella mia carriera non ho mai giocato per il pareggio. Le mie squadre giocano sempre per vincere e così sarà. Paura della Roma? Nessuna. Ma tanto rispetto: hanno dei buoni giocatori e il collettivo migliora giorno dopo giorno.

Petkovic non teme la Roma, pur sapendo che la squadra di Andreazzoli getterà l’anima in campo per vendicare il 3-2 rimediato nella gara di andata. La sconfitta europea contro il Fenerbahce non preoccupa il tecnico della Lazio, convinto che la sua squadra possa trovare gli stimoli giusti per “mettere sotto la Roma e batterla”. L’unico cruccio dell’allenatore è l’impossibilità di schierare la formazione migliore e la necessità di gettare nella mischia giocatori non al meglio della forma fisica (vedi Klose, ad esempio).

 IL PRIMO DERBY DI ANDREAZZOLI. Non meno preoccupato Aurelio Andreazzoli, al suo primo derby da allenatore. Il tecnico della Roma ammette che la stracittadina non è una partita come le altre, poiché va al di là dei valori messi in campo e della stessa classifica:

Il derby sicuramente vale 3 punti, ma è anche certo che vale molto di più della classifica. Per vincere sarà decisivo il controllo dei nervi perché è certo che non si hanno vantaggi a giocare in inferiorità numerica. Vincere ci darebbe il massimo della soddisfazione. Come mi avvicino a questa partita? Con molta tensione, ma anche con la gioia di poter disputare il derby in prima persona, è un privilegio.

[Photo Credits | Getty Images]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>