Palermo: esonerato Sannino, arriva Gasperini

di Giovanni Ferlazzo Commenta

Alla vigilia della sfida con il Cagliari (poi finita 1-1), Zamparini aveva promesso che Sannino sarebbe rimasto sulla panchina del Palermo anche in caso di altre due sconfitte consecutive. Così non è stato, e dopo il pareggio con i sardi è da poco arrivato il ben servito al tecnico campano che lascia la panchina del Palermo dopo una vittoria in Coppa Italia, un pareggio e due sconfitte in campionato. Al suo posto arriva Gasperini, reduce dalla sfortunata esperienza con l’Inter. Segue il comunicato stampa della società rosanero.

L’U.S. Città di Palermo comunica d’aver sollevato dall’incarico d’allenatore della Prima Squadra il Signor Giuseppe Sannino.
A lui e al suo staff tecnico il ringraziamento per l’impegno e la professionalità mostrati in questi mesi.
Contestualmente la Società ha affidato la guida tecnica a Gian Piero Gasperini che guiderà il suo primo allenamento con la squadra martedì pomeriggio.

A Palermo l’aria è pesante e non è da escludere una pesante contestazione nei confronti della società nei prossimi giorni.

IL COMMENTO DI SANNINO – Ci sono già anche le prime parole del diretto interessato, rilasciate in esclusiva ai microfoni del quotidiano online palermitano LiveSicilia.it in cui esprime la sua amarezza per la decisione presa dal patron rosanero:

Credo che ormai a Palermo ci siete abituati. E’ il calcio, è andata così, pazienza. Mi aspettavo più tempo, ma credo di avere lavorato con serietà. Ce l’ho messa tutta, vuol dire che doveva andare così. Ringrazio comunque Zamparini per avermi dato la possibilità di lavorare con il Palermo. Grazie anche ai tifosi e tutti.

SQUADRA IN RITIRO – In serata è anche arrivato il commento di Maurizio Zamparini ai microfoni di Radio Radio:

Purtroppo per le mie tasche ho esonerato Sannino, lui non credeva nella squadra e la squadra non credeva in lui, non riusciva ad integrarsi con i calciatori e c’era un’involuzione negativa. Non è stato sicuramente il risultato di ieri. Gasperini? Era stato contattato prima che andasse all’Inter, prima di prendere Pioli, lui ha un buon curriculum, gioca bene al calcio e credo che sia adatto al Palermo. Ho fatto questo pensiero, che costerà al Palermo 1,5 milioni di euro di stipendio. Ho fatto un errore clamoroso prendendo Sannino, propiziato dalla conoscenza che aveva Perinetti di lui a Siena. Io ci credevo tantissimo, non è stato un problema di mercato. Il Palermo non è una squadra di brocchi, abbiamo in rosa buoni giocatori. Anche gli errori arbitrali ci hanno penalizzato. Da martedì la squadra andrà in ritiro (Brescia ndr.) per cercare di lavorare tutti insieme e martedì verrà presentato Gasperini.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>