Fantacalcio: le coppe e i turni infrasettimanali costringono a scelte obbligate

di Marco Mancini Commenta

Mancheranno molti protagonisti del campionato in questa giornata, un po’ a causa delle squalifiche (Lavezzi su tutti), o per infortuni. Le coppe europee e i recuperi delle partite perse strada facendo hanno lasciato molti club con i calciatori contati, e dunque i valori in campo in questo week-end potrebbero essere stravolti.

A pagare dazio è il Palermo, con la difesa titolare tutta fuori, con Rossi che dovrà inventarsi Nocerino difensore per poter contrastare il Bologna. Ma attenzione anche alle tante assenze nel Milan, Inter (che ormai ci ha fatto l’abitudine), ma anche Catania, Lecce con mezza squadra squalificata, e la Sampdoria.

Per tutti questi motivi fate molta attenzione a verificare che i vostri 11 calciatori titolari scendano effettivamente in campo, e per cominciare dal portiere, consigliamo uno dei più in forma del nostro campionato, Boruc. La Samp non è in forma, viene da un derby perso ed ha molte difficoltà ad andare in rete. Il vice-Frey invece si sta rivelando eccezionale, e dunque potrebbe ottenere il suo solito punteggio alto.

I tre di difesa saranno il rientrante Juan, che prima o poi dovrà riscattare la stagione negativa che ha avuto sinora, Ranocchia, dato che finora i gol dei difensori nell’Inter sono stati pochi, e lui è uno che di gol ne segna ogni anno; e Paolo Cannavaro, fresco di rinnovo, per un Napoli che in casa è sempre devastante.

Per questo a centrocampo gli affianchiamo Pazienza, uno su cui Mazzarri punta molto, e che è fondamentale per il gioco dei partenopei; Aquilani, per una Juventus che presumibilmente attaccherà molto in quel di Lecce; il giovane Armero che dovrà fare un po’ il vice-Sanchez, che è squalificato; ed infine Giovinco, troppo in ombra nelle ultime uscite, che vorrà riscattarsi contro il Cesena.

Infine il tridente d’attacco consigliato oggi è composto da Toni, perché si prospettano molti gol in Lecce-Juventus; Cassano, il più in forma tra i rossoneri visto che non gioca nemmeno in Champions, e Kozak, che si sta riscoprendo una delle migliori sorprese del calcio italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>