Serie B 27a giornata: FOTO Grosseto – Empoli 2-1

di Moreno Commenta

Foto: AP/LaPresse

Anticipo della ventisettesima giornata di serie B.
Stadio Zecchini, Grosseto:
Grosseto-Empoli 2-1
Reti:
30’ pt Immobile (G),11’ st Musacci (E), 50’ st Caridi (G)

Non è sfida diretta tra due pretendenti allo stesso obiettivo. Tutt’altro: il Grosseto ambisce a una salvezza tranquilla e immediata; l’Empoli cerca di non perdere eccessivo terreno dalla zona play off per provare a giocarsi le chances di promozione in massima serie proprio nelle sfide secche di fine stagione. Non è gara di cartello, si diceva, ma resta pur sempre uno degli innumerevoli derby toscani che regala con cadenza annuale la cadetteria quindi, a prescindere dalla graduatoria, rimane match suggestivo e importante in ogni caso.

I precedenti di categoria raccontano di una realtà equilibrata: Grosseto ed Empoli si affrontano in serie B per la sesta volta nella storia. Il bilancio dei precedenti cinque confronti diretti è perfettamente in parità: sia gli azzurri che i biancorossi si sono imposti in un’unica occasione. Il risultato di parità si è registrato in 3 circostanze.

Il primo affondo è degli ospiti che al 2’, grazie a Coralli, si rendono pericolosi in area avversaria ma la palla si spegne a lato. Per il resto, la prima parte della prima frazione è disputata a ritmi bassi e non entusiasma. La replica dei padroni di casa giunge al 17’: Caridi con un’insidiosa conclusione va solo vicino al gol con la palla che sfiora il montante destro.

Ancora Empoli al 27’: Nardini, anziché servire Coralli che è tutto solo davanti all’estremo avversario, sceglie di concludere dalla distanza. Nulla di fatto. 3’ dopo, il vantaggio dei padroni di casa: cross di Turati, inzuccata di Immobile. Locali vicini al raddoppio al 39’: Soncin si divora il gol scivolando al momento del tiro.

Prima dell’intervallo, Narciso si oppone a Nardini con classe e tempismo. Il pressing ospite della ripresa è visibile fin da subito ma la rete del pareggio arriva solo grazie a una prodezza di Musacci. La marcatura del pari galvanizza gli ospiti che al 37’ sfiorano il vantaggio con un colpo di testa di Stovini: il difensore stacca e conclude fin troppo bene, il pallone si stampa sulla traversa. La beffa finale è di quelle da lasciare intuire quanto il calcio sia imprevedibile: è il 5’ di recupero quando Caridi indovina il tiro della serata. Non c’è più tempo per altro: allo Zecchini, tre quarti dei presenti fa festa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>