Fantacalcio: tanti big assenti, si punta sulle “riserve di lusso”

di Marco Mancini Commenta

Tantissimi assenti nella prossima giornata di campionato, ed i Fantallenatori saranno un po’ in crisi sulla formazione da schierare. Nell’Inter ad esempio mancherà Ibrahimovic per squalifica, nel Milan Kakà rischia di non esserci per una contrattura, nella Juve mancherà l’unico calciatore in forma del momento, e cioè Nedved, e non se la passeranno meglio nemmeno le medio-piccole, con le assenze dei vari Doni, Thiago Motta, Ledesma e tanti altri.

Schierare 11 calciatori validi quindi comincia a diventare complicato, e allora bisogna necessariamente puntare sulle squadre più motivate ed in maggiore forma. Per questo sconsigliamo di schierare calciatori della Juventus, dell’Atalanta e di quelle squadre che non hanno molti stimoli.

Il portiere consigliato oggi è Calderoni. Nello scontro decisivo tra Torino e Bologna, come spesso accade, potrebbe vincere la paura di perdere, e quindi si possono prevedere poche reti. Nonostante sarebbe stato più affidabile il portiere titolare, Sereni, anche il suo vice non dovrebbe sfigurare contro gli emiliani.

In una partita che al contrario promette molti gol, consigliamo di inserire i difensori di Siena e Palermo, soprattutto se offensivi come Balzaretti; poi schieriamo Pasqual e Lopez, che rientra dalla squalifica e sarà più fresco dei compagni.

A centrocampo, per lo stesso motivo, ed anche per la tanta voglia di giocare accumulata nelle giornate di squalifica, puntiamo su Felipe Melo in Catania-Fiorentina. Schieriamo un altro rientrante, Stankovic, e poi Giacomazzi, contro un Napoli nella crisi più nera, e D’Agostino, allettato dalla prospettiva di finire in un grande club, che non sbaglierà le ultime giornate.

Per l’attacco, il consiglio principale è quello di schierare, per chi ce l’ha, Pippo Inzaghi. Si è dimostrato uno degli attaccanti più in forma degli ultimi tempi, ma soprattutto affronta la sua ex squadra con tantissimi problemi, in difesa e non solo. Per il resto puntiamo su Di Vaio e su Matri, che potrebbe dare l’ennesimo dispiacere alla Roma già inguaiata di suo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>