Napoli: pari con il Penarol, De Laurentiis: “spero nel terzo posto”

di Marco Mancini 4

Foto: AP/LaPresse

E’ un buon Napoli quello visto in campo ieri sera contro il Penarol nella prima amichevole internazionale di un certo livello, ma soprattutto la prima della nuova stagione giocata al San Paolo. Il pubblico si è sicuramente divertito perché ha potuto ammirare i tanti nuovi arrivati, anche se la festa è stata rovinata proprio alla fine.

Mazzarri mette in campo con la sua classica difesa a tre composta da Cannavaro, Ruiz ed il neoarrivato Fernandez che per il presidente De Laurentiis è già un fenomeno, Maggio e Dossena sulle ali, Inler e Dzemaili a protezione della difesa, e Hamsik e Mascara a supporto di Lucarelli unica punta. Ancora a riposo Lavezzi e Cavani che però vedremo sicuramente nelle prossime partite.

Si parte a rilento, con gli avversari che vogliono far valere la propria tenuta atletica migliore visto che la loro preparazione è più avanti, mentre si cerca di far giocare i nuovi arrivati in casa-Mazzarri, per poter assimilare qualche schema. La prima frazione si chiude sullo 0-0, ma è Hamsik con uno dei suoi inserimenti a sbloccare il risultato ad inizio ripresa. Il risultato di vantaggio dura per quasi tutta la partita, fino a quando, a pochi minuti dalla fine, nell’unico errore difensivo Perez infila De Sanctis.

Alla fine il pari può star bene, e permette De Laurentiis di sbilanciarsi nel dopo partita, affermando di augurarsi di ripetere l’annata della scorsa stagione, culminata con il terzo posto in campionato. A questo punto bisogna capire come interpretare queste parole. Se si trattasse di un uomo navigato di calcio, le potremmo interpretare come poca fiducia nella sua squadra visto che dichiarando un obiettivo, di solito si è consapevoli che quello è il massimo che si può raggiungere, e che molto probabilmente si arriverà molto più indietro (vedi Delneri l’anno scorso che dichiarò di volere il quarto posto con la Juve, ma poi arrivò settimo). Ma trattandosi di una persona che è nel calcio da pochi anni, e soprattutto trattandosi di uno che non ha mai nascosto una certa scaramanzia, magari quest’anno il Napoli punta allo scudetto, ma è meglio rimanere cauti e parlare di terzo posto. Dove sarà la verità? Lo scopriremo a breve, quando inizierà il campionato.

Commenti (4)

  1. Quella con il Penarol non fa conto, la squadra dovrà essere pronta per metà settembre quando cisaranno tutti gli impegni ufficiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>