Montella: “Possiamo battere il Napoli”

di Gioia Bò Commenta

Undici punti in otto partite. Il Catania di Vincenzo Montella si presenta con queste credenziali all’incontro contro il Napoli, nell’anticipo della decima giornata di campionato (la nona effettiva). Solo un paio di giorni fa gli etnei frenavano le ambizioni gloriose della Lazio, mentre ora si preparano ad affrontare tra le mura amiche un Napoli forse distratto dal prossimo impegno di Champions League contro il Bayern Monaco. Ma il tecnico dei siciliani non si aspetta sconti:

Il Napoli è la squadra più difficile da affrontare in questo momento. Non mi aspetto una partita spettacolare, loro non fanno giocare gli avversari. La nostra arma in più può essere il cinismo, se riusciremo a metterlo in campo. I partenopei hanno forza, qualità e ci possono mettere in difficoltà.

Montella spera in una prova cinica del suo Catania per poter battere il Napoli, ben conoscendo le potenzialità degli avversari:

Sono ben organizzati sia in attacco che in difesa: Anche il Napoli ha giocato mercoledì una partita impegnativa ed entrambe le squadre stanche. Loro giocano a memoria: dobbiamo valutare il nostro sistema di gioco durante la gara e capire se e come modificare il nostro modulo per bloccarli. Il Napoli attacca sempre con più giocatori, bisogna prestare attenzione. Per noi sarà uno dei tanti esami di laurea.

Se potesse togliere una pedina al Napoli, toglierebbe di sicuro Maggio:

Sono tanti i loro giocatori che mi piacciono, ma preferisco Maggio, perché ha una forza fisica particolare. E’ un campione.

Quanto agli attaccanti invece:

Per noi non cambierà molto se giocherà Mascara o Cavani: sicuramente cambiano le caratteristiche del singolo giocatore, ma non il modulo da bloccare. Il Napoli gioca sempre bene, sia al San Paolo che lontano dal suo campo. Può lottare per lo scudetto. La squadra è cresciuta molto negli ultimi anni, ha ottenuto continuità e maturità.

Il Napoli può lottare per lo scudetto, ma Montella spera vivamente di intralciare i piani dei partenopei.

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>