Qualificazioni Mondiali: la Francia pareggia, ma non basta, grande Inghilterra

di Marco Mancini Commenta

Sarà stato anche brutto lo 0-0 in casa della Bulgaria, ma il pareggio tra Cipro e Georgia (primo punto per entrambe) toglie tutti dall’imbarazzo. La situazione nel girone 8, quello dell’Italia, resta invariato, con gli azzurri in testa al girone, ma con una gara in più dell’Irlanda, che al massimo potrebbe raggiungerla in cima a pari punti.

La notizia della giornata però ancora non è arrivata, ma si attende a breve, e cioè l’esonero del ct francese Domenech. I media di casa prevedevano per lui una cacciata sicura se non fosse arrivata la vittoria, ed infatti vittoria non c’è stata. Sotto di due gol alla fine del primo tempo, i Bleus hanno avuto uno scatto d’orgoglio, riuscendo a recuperare e almeno a guadagnare un punto grazie alla rete nel finale dell’ex milanista Gourcuff, ma questo potrebbe non bastare a Domenech per salvare la sua panchina. Infatti Serbia e Lituania comandano il girone ora con 6 punti dopo la lezione di calcio inferta da Stankovic e compagni ai giovani lituani, mentre nell’altra partita le Far Oer trovano il primo punto del torneo contro l’Austria.

La grande impresa di giornata la compie l’Inghilterra, che approfittando del turno facile contro il Kazakhistan segna 5 gol in una partita però tutt’altro che facile. Il primo tempo si era concluso a reti bianche, mentre nella ripresa un gol di Ferdinand apre la strada alla squadra di Capello che segna 3 gol nell’ultimo quarto d’ora, terminando così la partita 5-1. Qualificazione indiscutibile anche perchè Croazia e Ucraina pareggiano 0-0 e lasciano strada libera agli inglesi.

Il big match di serata, Svezia-Portogallo, perchè metteva di fronte i due pretendenti al pallone d’oro (Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic) si conclude con un nulla di fatto. 0-0 anche qui e partita molto noiosa, movimentata solo da scontri di gioco al limite del lecito. Molto meglio Ungheria e Danimarca che vincono 2-0 e 3-0, portando i danesi in vetta alla classifica e gli ungheresi nuovamente in gioco. In Germania-Russia si rivede Arshavin, ma la sua rete non basta e i soliti Ballack e Podolski regalano i tre punti alla propria nazionale, lanciata verso la qualificazione. Vincono anche Galles e Finlandia, con l’attaccante del Siena e del Liechtenstein Frick che segna un’autorete in favore dei britannici.

Turno troppo facile per i campioni d’Europa della Spagna che battono 0-3 l’Estonia e sono gli unici (insieme alla Grecia) ancora a punteggio pieno. Seguono la Turchia che vince in rimonta contro la Bosnia, e il Belgio, vittorioso 2-0 con l’Armenia. Dicevamo la Grecia. Facile vittoria contro Moldova 3-0. Tornano alla vittoria anche Svizzera e Israele che si erano un pò perse ultimamente. La Repubblica Ceca senza Nedved non è più quello squadrone di una decina di anni fa, e allora continua ad arrancare in fondo alla classifica con un solo punticino. Stavolta la sconfitta è arrivata contro la Polonia, sempre più lanciata verso la qualificazione, insieme alla Slovenia che batte anche l’Irlanda del Nord. Non segna Hamsik, ma la Slovacchia vince e convince contro San Marino, e così il gruppo 3 è ancora aperto a qualsiasi esito.

Chiudiamo infine con il girone 9, in cui l’Olanda si sbarazza anche dell’Islanda (2-0), ed in cui si è rivisto Van Der Sar, che aveva abbandonato la nazionale, ma in cui è ritornato perchè tutti i portieri titolari erano infortunati. L’ennesimo 0-0 di giornata arriva tra Scozia e Norvegia, e così l’Olanda continua indisturbata il proprio percorso verso Sudafrica 2010.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>