Mondiale 2010: conosciamo la Danimarca

di Marco Mancini Commenta

Una delle nazionali più rispettabili degli ultimi anni è risultata assente ingiustificata nelle ultime due uscite internazionali più importanti, il Mondiale del 2006 e l’Europeo 2008. Ma la Danimarca sembra aver superato questo periodo buio della sua storia, e vuol rifarsi in Sudafrica.

Questa voglia di riscatto nasce anche dal rinnovamento della rosa, la quale a parte il capitano, l’ex milanista John Dahl Tomasson, e pochi altri “vecchietti”, è stata ricostruita con tanti giovani, i quali oggi sono tra i più interessanti d’Europa. La nazionale danese ha sicuramente un futuro luminoso davanti a sé, ed il primo tassello di questa rinascita l’ha ottenuto durante la qualificazione a questo mondiale, ottenuta senza mai cali di tensione nel girone più equilibrato d’Europa, il girone A che comprendeva anche Portogallo e Svezia.

La forza della Danimarca deriva principalmente dal suo essere squadra. Non ci sono grandi stelle nella selezione del veterano Morten Olsen (da 10 anni sulla panchina biancorossa), ma tanti ottimi giocatori in ogni reparto. I danesi infatti possono vantare calciatori di prim’ordine in difesa, dove spicca il Reds Agger, ma anche gli “italiani” Kroldrup e Kjaer; un centrocampo dove non sarà bellissimo ma è molto efficace il filtro rude di Christian Poulsen, ma ha anche qualità con Gronkjaer, Kahlenberg e Rommedahl. Tutto poi concluso dalla coppia d’attacco molto temibile formata da Tomasson e dal ventiduenne terribile dell’Arsenal Bendtner, uno di cui sentiremo molto parlare in futuro.

Di certo si tratta di una delle nazionali più complete del torneo, visti i pochissimi punti deboli, e forse solo la poca esperienza ai vertici mondiali può creare qualche problema. Il girone E è piuttosto duro, visto che i danesi dovranno incontrare l’Olanda, sicuramente la squadra più temibile, ma anche due nazionali da non sottovalutare come Giappone e Camerun. Senza cali di tensione probabilmente i danesi potrebbero qualificarsi senza problemi, almeno come secondi, ma le possibilità di andare avanti nel torneo a quel punto verrebbero notevolmente ridotte.

La rosa:

Portieri: Jesper Christiansen (FC Copenhagen), Kim Christensen (IFK Gothenburg), Stephan Andersen (Brondby), Thomas Sorensen (Stoke City);

Difensori: Daniel Agger (Liverpool), Lars Jacobsen (Blackburn), Patrick Mtiliga (Malaga), Per Kroldrup (Fiorentina), Simon Busk Poulsen (AZ Alkmaar), Simon Kjaer (Palermo), William Kvist (FC Copenhagen);

Centrocampisti: Christian Poulsen (Juventus), Christian Eriksen (Ajax), Daniel Jensen (Werder Bremen), Jakob Poulsen (AGF Aarhus), Michael Silberbauer (FC Utrecht), Mikkel Beckmann (Randers), Thomas Enevoldsen (FC Groningen), Thomas Kahlenberg (Wolfsburg), Dennis Rommedahl (Ajax), Jesper Gronkjaer (FC Copenhagen), Martin Jorgensen (AGF Aarhus);

Attaccanti: Jon Dahl Tomasson (Feyenoord),Michael Krohn-Dehli (Brondby), Nicklas Bendtner (Arsenal), Soren Larsen (Duisburg)

Foto della squadra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>