Mondiale 2010: conosciamo il Ghana

di Marco Mancini 1

Il Ghana è l’unica squadra africana che ha bissato la qualificazione al Mondiale del 2006, e questo la dice lunga sulle sue capacità. Si tratta infatti di una delle nazionali più continue ed interessanti del Continente nero, e senza dubbio quella con il miglior futuro davanti a sé. Lei infatti il suo Mondiale lo ha già vinto. Stiamo parlando di quello Under 20, dove non contano i fuoriclasse ma solo la bravura di tanti giovani talenti, come quelli che hanno battuto il Brasile nella finale dell’ottobre scorso, e che regalano un futuro luminoso alla nazionale ghanese.

Tornando a quella che dovrà affrontare il torneo Sudafricano, l’unica sfortuna del Ghana è quella di ritrovarsi nel girone più duro di tutto il Mondiale, con Germania, Serbia e Australia, perché altrimenti il passaggio del turno sarebbe stato assicurato. Lo dimostra la difesa di ferro del girone di qualificazione, con 10 partite su 12 senza subire reti, ed un ottimo reparto centrale con molti calciatori che si sono visti spesso dalle nostre parti (Asamoah, Appiah, Muntari, Essien), ed un attacco molto interessante.

Ad aumentare le possibilità di far bene nel torneo c’è anche il ct serbo Rajevac, uno abituato a far bene con squadre che di certo non sono le favorite, ma che avrà la capacità di far diventare il Ghana la nazionale africana a giocare il calcio più “europeo”, visto anche il livello medio d’esperienza dei suoi componenti.

Sono pochissimi infatti i calciatori delle stelle nere a giocare in Africa, e questo è un punto a favore, visto che giocando in Italia, Inghilterra e Germania hanno la capacità di misurarsi con i più grandi campioni a livello internazionale. E così l’unico vero problema restano le avversarie. La gara con l’Australia resta la più abbordabile, ma sarà molto difficile ottenere punti contro Germania e Serbia. Ma vista la qualità di questo girone, pare proprio che le due squadre che lo supereranno avranno forti possibilità di arrivare in fondo al torneo.

La rosa:

Portieri: Richard Kingson (Wigan), Daniel Agyei (Liberty Professionals), Stephen Ahorlu (Hearts of Lions), Stephen Adams (Aduana Stars);

Difensori: Samuel Inkoom (Basle), Eric Addo (Roda JC), Jonathan Mensah (Granada), Lee Addy (Bechem Chelsea), Rahim Ayew (Zamalek), Hans Sarpei (Bayer Leverkusen), John Mensah (Lyon), Isaac Vorsah (Hoffenheim), John Pantsil (Fulham);

Centrocampisti: Sulley Muntari (Inter Milan), Derek Boateng (Getafe), Anthony Annan (Rosenborg), Emmanuel Agyemang-Badu, Kwadwo Asamoah (both Udinese), Andre Ayew (Marseille), Michael Essien (Chelsea), Stephen Appiah (Bologna), Haminu Draman (Lokomotiv Moscow), Quincy Owusu Abeyie (Al Sadd), Bernard Kumordzie (Panionios), Laryea Kingston (Hearts), Kevin-Prince Boateng (Portsmouth);

Attaccanti: Matthew Amoah (NAC Breda), Asamoah Gyan (Rennes), Prince Tagoe (Hoffenheim), Dominic Adiyiah (AC Milan)

Foto della squadra

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>