Paolo Maldini entra nell’organico rossonero?

di Alba D'Alberto Commenta

Paolo Maldini ha legato tutta la sua storia di giocatore alla squadra rossonera. Ha esordito a 16 anni in serie A con il Milan per lasciarlo soltanto tantissimi anni dopo. A trentadue anni dal suo esordio ritorna al Milan ma lo fa con un altro ruolo.

Un incarico prestigioso quello che è stato assegnato al fuoriclasse del Milan che è considerato uno dei portabandiera rossoneri da sempre. Anche adesso che la proprietà della squadra è passata nelle mani dell’azienda cinese, sono stati proprio i nuovi proprietari a volere qualcuno in grado di rappresentare il Milan in Italia e all’estero.

I dirigenti sono stati concordi nel ritenere Paolo Maldini l’uomo a cui affidare la rifondazione della squadra dopo il trentennio berlusconiano. Forse ci sarebbe stato in corsa anche Costacurta ma sembra che la sua dichiarazione ai microfoni di Sky sia stata infelice. Costacurta ha detto infatti “non provino nemmeno a chiamarmi”. I nomi in corsa erano anche quelli di Ambrosini, Albertini e Baresi e non è detto che non entrino nel nuovo organico anche loro.

In questo momento il Milan di Montella è terzo in classifica e i risultati legati anche alle scelte tecniche di Marco Fassone, Ad in pectore, è stata appropriata. Sarà lo stesso Fassone ad incontrare Maldini per spiegargli i piani e i progetti della società. Non è escluso che all’ex difensore rossonero sia proposto un incarico di direttore generale, a lui che ha collezionato 902 presenze con la maglia del Milan e ha messo in bacheca 26 trofei: 7 scudetti, 1 Coppa Italia, 5 Supercoppe italiane, 5 Coppe dei Campioni – con il record di 8 finali giocate, tante quante Francisco Gento – 5 Supercoppe europee, 2 Coppe Intercontinentali e 1 mondiale per club.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>