Milan, Barbara Berlusconi contro Galliani, l’ad potrebbe andare via?

di Marco Mancini 9

La tensione che covava da tempo in casa Milan comincia a venire fuori. Oggi diversi giornali, tra i quali Repubblica che storicamente è sempre stato in antitesi con Berlusconi, lanciano la bomba: Adriano Galliani potrebbe essere licenziato. Dopo più di 30 anni di collaborazione, e diversi alti e bassi con il suo presidente, l’amministratore delegato potrebbe essere messo alla porta e lasciare il suo posto alla figlia del presidente, Barbara, che negli ultimi tempi si è dimostrata sempre più scalpitante.

A dir la verità, a causa delle diverse concezioni del calcio, periodicamente ogni 2-3 anni si parla dell’addio di Galliani al Milan. Quest’anno però due fattori potrebbero decretarlo davvero: la presenza di una possibile sostituta visto che Barbara Berlusconi ha dimostrato di capire di calcio, di sapersi muovere, e soprattutto di essere disposta a fare tutto quello che le ordina suo padre; e la questione allenatore.

 CASO ALLEGRI – Galliani continua a spendersi per confermare Allegri mentre si sa che Berlusconi lo vorrebbe cambiare con Seedorf. Proprio questo incaponimento potrebbe essere alla base della rottura definitiva dei rapporti tra i due e del cambio di timoniere in società. Secondo Repubblica inoltre Berlusconi avrebbe confessato ai suoi colleghi parlamentari che starebbe pensando di cambiare l’ad proprio perché non sopporta più che Galliani contesti ogni sua decisione.

Mi dispiace per Adriano, ma devo dare ragione a Barbara. Non può essere lui a scegliere chi allena il Milan

ha dichiarato Berlusconi (padre). La verità è che senza Galliani in tutti questi anni il Milan avrebbe rischiato di non arrivare nemmeno a metà classifica, visti i pochi soldi a disposizione sul mercato, e se davvero il presidente decidesse di andare fino in fondo in questa questione, rischia di rompere il suo giocattolo.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (9)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>