Ancelotti – Spalletti, tra passato e futuro

di Gioia Bò 1

Archiviate le festività natalizie, siamo pronti a rituffarci nel clima del campionato, ansiosi di rivedere quel pallone che rotola sul rettangolo verde, dopo tre settimane di chiacchiere.

E la giornata di domani ci propone subito una sfida dal sapore particolare, sebbene entrambe le formazioni siano ben lontane dalla testa della classifica e, per ora, dalle ambizioni-scudetto.

Ma in Roma-Milan assisteremo anche ad una sfida nella sfida, ovvero Spalletti contro Ancelotti, due dei tecnici più apprezzati (e a volte discussi) del calcio italiano. Per l’allenatore del Milan sarà l’ennesimo ritorno al passato, visti i suoi trascorsi in maglia giallorossa, con un occhio particolare anche a quello che potrebbe essere il suo futuro prossimo. Carletto finirà sulla panchina della Roma? Non lo sappiamo, ma ultimamente si è divertito parecchio a stuzzicare il tecnico toscano, invitandolo a farsi da parte per lasciargli il posto.

Ovviamente si tratta di una battuta lanciata giusto per il gusto del divertimento:

A me piace fare dell’ironia. C’è bisogno di fare ogni tanto qualche dichiarazione per ridere un po’. Quello di vincere la Champions era un augurio sentito, davvero, mentre il togliersi dalle scatole era ovviamente una battuta… Magari il posto alla Roma non lo deve lasciare nemmeno a me. Io Spalletti lo considero un amico e spero di essere considerato un amico da lui. Non credo ci sia quindi bisogno di chiarimenti. E’ che è un po’ permaloso e allora mi piace stuzzicarlo.

Ma il permaloso Spalletti non la prende troppo bene e si affretta a sottolineare come dichiarazioni simili possano essere un’arma a doppio taglio in un ambiente caldo come quello romano e romanista:

Se io avessi detto per 3-4 volte ‘voglio allenare il Milan’ che sarebbe successo qui a Roma? Lui invece si permette di dirlo. Qui invece si esige una risposta e quasi me ne viene fatta una colpa. O si accosta al fatto che magari io voglia andare al Milan. Probabilmente lui non capisce da lì… Magari quello che è solo un suo buon auspicio per il futuro poi qui diventa una pressione.

Chi vincerà la sfida tra i due? Vedremo… Nel frattemo, comunque vada la gara di domani sera, ognuno resterà al suo posto o, almeno, nessuno prenderà il posto dell’altro.

Commenti (1)

  1. Spalletti ormai è considerato un ex, il suo ciclo a Roma è finito e lui anche se non lo dice ha deciso quale squadra allenare. Ha detto anche che lavorare a Roma è stato bellissimo, ma ora che le cose vanno male è giusto che sia lui a metterci la faccia, che è responsabile di questa annata negativa, che il 4° posto non raggiunto è stato un fallimento; poi c’è stato il fatto dei soldi che li vuole lasciare alla società e che non ha problemi. Restare a Roma? Ha risposto che non vuole fare del male alla Roma. Tutte queste dichiarazioni fanno capire che non resterà e ci sarà cambiamento in panchina. Spalletti andrà alla Juve, Ancelotti sarà il nuovo allenatore della Roma. C’è lo storico scambio di panchine sull’asse:Milano- Roma. Non credo che Ancelotti andrà al Chelsea. Forza Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>