Ligue 1: è corsa a due tra Bordeaux e Marsiglia

di Marco Mancini Commenta

Ormai il Lione ha mollato, ma per l’ufficialità bisognerà aspettare almeno una settimana. La favola della squadra campione di Francia 7 volte di fila sembra finita alla trentaquattresima giornata di campionato. Juninho e compagni, ormai sfiduciati dalla prima annata negativa della nuova era, perdono ancora, e lo fanno contro una squadra di certo non di prima fascia. Si tratta del Valenciennes, una delle possibili pericolanti, che con la doppietta di Audel raggiunge la fatidica quota 40, che significa salvezza, ma inguaia il Lione.

Il Marsiglia però non ne approfitta. Aveva l’opportunità di portarsi a +9 chiudendo di fatto il campionato, ma la doppietta di Niang non basta a superare quella di Gignac del Tolosa, il quale non vuol mollare nella lotta alla zona Uefa, e così i punti di distacco rimangono 7. Il problema è che più che dal Lione, i marsigliesi si devono guardare dal ritorno del Bordeaux, che grazie ad un’altra grande prestazione del milanista Gourcuff, vincono 3-0 contro il Sochaux e raggiungono in vetta l’Olympique.

Ma la completa umiliazione, cioè l’essere eliminati anche dalla zona Champions, il Lione l’ha solo annusata, ma ancora non provata. Il Psg, che potrebbe fargli questo scherzetto, perde contro il Rennes in casa, per l’ennesimo crollo psicologico degli uomini di Le Guen. I parigini rimangono a -1 dal Lione, e devono ringraziare il Lorient se non devono proteggersi anche dal Lille, che attualmente rimane fuori dalla zona Uefa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>