Inter furiosa: “tutta colpa dell’arbitro”

di Marco Mancini Commenta

Il risultato di 0-3 che ha colpito l’Inter come una sassata è più pesante di quanto abbia detto il campo, e così per giustificarsi, la dirigenza non se la prende con i propri giocatori che correvano la metà di quelli del Napoli, ma con l’arbitro. Il primo a farlo è proprio un uomo pacato come Ranieri che ha spiegato la sua espulsione così:

A Rocchi ho detto ‘Prego Dio che tu abbia ragione’, lui mi ha espulso perché ha detto che ho protestato troppo platealmente. Ha sbagliato con me come ha sbagliato con Obi. Oggi non era la sua partita.

A discolpa di Ranieri c’è da ammettere che la prima ammonizione di Obi era un po’ eccessiva, ed i nerazzurri avevano dimostrato che 11 contro 11 avrebbero potuto giocarsela, ma di certo queste polemiche non fanno bene al calcio. Senza considerare quello che dirà poco dopo Moratti.

E’ stato un arbitro scarso, ma talmente scarso che ha rovinato stupidamente una partita che poteva essere bellissima. Non è stato all’altezza del suo suo ruolo, sono molto deluso dal suo arbitraggio. Spero che di dovere prenda dei provvedimenti o quantomeno spero di non trovarmelo più davanti

ha dichiarato il patron nerazzurro uscendo da San Siro. Il ricordo di un Moratti tranquillo e pacato ormai è lontano, quello visto nelle ultime due stagioni assomiglia più ad un ultras, e sarà anche per questo che l’Inter appare più nervosa di quanto dovrebbe.

Photo Credits | Getty Images