Calcio, serie A: al Meazza Inter-Udinese. Si giocano il primato in classifica

di Moreno Commenta

Alzi la mano chi avrebbe mai pensato che Inter-Udinese dopo due mesi di campionato sarebbe stato il match clou della 11° giornata. Complimenti quindi alla squadra di Marino che oltre a disputare un grande inizio di torneo, sta brillando anche in Europa, dando segno di grande maturità. L’Inter, invece, nonostante abbia gli stessi punti (21), non sta attraversando un grande momento di forma. Il nuovo modulo provato da Mourinho (4-2-4), non sta dando i frutti sperati, anzi in due gare è suonato l’allarme difesa che ha subito cinque gol; due dalla Reggina e tre in Champions dall’Anorthosis.

L’impegno di Cipro ha rivitalizzato due giocatori che erano ultimamente rimasti ai margini; Balotelli e Cruz. Proprio loro hanno tolto le castagne dal fuoco allo Special One, il primo, con il gol del momentaneo 0-1, l’argentino siglando con un colpo di testa il prezioso 3-3. L’Udinese invece ha dato ampia dimostrazione della sua forza, sbancando Mosca in Uefa, con il ritrovato Quagliarella, autore di una doppietta. I friulani però potranno contare a San Siro sul rientro di Di Natale, che è stato lasciato a riposo in Russia. Totò ha già steso la Roma con una doppietta e spera di poter far male anche ai Campioni d’Italia. La squadra di Marino gioca per il primato anche se il suo tecnico continua a ribadire prudenza, calma ed umiltà.

L’ex tecnico del Catania può contare su un gruppo solido, giovani di belle speranze, e soprattutto la classe di alcuni suoi campioni. Ilner, Isla e Pepe, tanto per fare qualche nome, saranno oggetto del desiderio di grandi squadre nel mercato di gennaio o a giugno. Inoltre, la squadra bianconera potrebbe far leva anche sulla cabala, che vede l’Inter finora  imbattuta a San Siro, mentre i friulani hanno già espugnato Catania e Bologna, pareggiato a Lecce, e perso soltanto a Torino con la Juventus. La scorsa settimana però l’Udinese ha un po’ rallentato il suo ritmo facendosi fermare dal Genoa di Gasperini sul 2-2, altra squadra rivelazione di questo primo scorcio di stagione. Inter-Udinese non può non far pensare ad Adriano. L’asso brasiliano è stato il protagonista di un gol stupendo qualche anno fa a San Siro, e forse per questo Mourinho sembra abbia deciso di perdonarlo dopo la solita bravata dell’Imperatore.

Adri dovrebbe far parte dei convocati, anche se difficilmente giocherà dal primo minuto. La fantozziana gara di Burdisso a Cipro, gli dovrebbe essere costata il posto, che verrà rilevato da Materazzi. Secondo indiscrezioni dell’ultima ora, Mourinho sembra intenzionato a dare fiducia ancora a Quaresma (finora buona la sua gara solo a Reggio Calabria) con il sacrificato e deludente Amantino Mancini. Questa la probabile formazione dell’Inter: Julio Cesar tra i pali, difesa a quattro composta da Cordoba e Materazzi centrali, Maxwell e Maicon ai lati, Vieira, Cambiasso Zanetti a centrocampo, Quaresma, Ibrahimovic e Balotelli in attacco. Modulo spregiudicato anche per l’Udinese: Handanovic in porta, Ferronetti, Coda, Domizzi, Lukovic in difesa, Ilner, D’Agostino, Isla, nella zona nevralgica el campo, Pepe, Quagliarella e Di Natale le punte. Di certo lo spettacolo a San Siro domenica sarà assicurato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>