Serie A 8a giornata: Fiorentina – Catania 2-2

di Giovanni Ferlazzo 1


Anticipo 8a giornata Serie A
Stadio Artemio Franchi di Firenze

Fiorentina – Catania 2-2

Reti: 20′ pt e 16′ st Jovetic (F); 43′ pt Delvecchio (C); 35′ st Maxi Lopez (C)

Ottava giornata del campionato di Serie A che comincia con l’anticipo di sabato pomeriggio tra Fiorentina e Catania. Entrambe le squadre stanno attraversando un buon momento di forma, con gli etnei a ridosso delle posizioni alte della classifica. 4-3-3 per Mihajlovic con Cerci, Jovetic e Silva a formare il tridente d’attacco. Montella risponde con la coppia d’attacco formata da Maxi Lopez e Catellani.

Inizio di partita piuttosto bloccato, con le due squadre più impegnate a studiarsi che a cercare di costruire azioni da rete. Al 20′ arriva però il vantaggio improvviso della Fiorentina: Montolivo ruba palla, serve Munari che a sua volta gira per Jovetic che di punta batte Andujar. Il gol non serve però ad accendere la partita, con una nuova occasione che si registra a pochi minuti dalla fine, quando Catellani spreca incredibilmente da due passi. Preludio al pareggio che arriva al 43′ con Delvecchio, bravo a mettere dentro sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il primo tempo finisce tra i fischi assordanti del Franchi.

L’inizio di ripresa è effervescente con tanto nervosismo da entrambe le formazioni. I padroni di casa soffrono e rischiano di trovarsi sotto quando al 6′ Catellani si libera bene in area ma non trova la porta. Risponde la Fiorentina, e qualche minuto dopo Natali manca la rete di un pelo girando un perfetto assist di Jovetic. Prima mossa per il tecnico della Fiorentina: fuori Munari, dentro Vargas. Un minuto dopo, Jovetic con un destro a giro meraviglioso dal limite dell’area riporta in vantaggio i suoi. Montella prova quindi a inserire Bergessio, nel tentativo di dare maggior peso all’attacco. Sostituito Catellani. Mihajlovic fa uscire Cerci per dare spazio a Romulo, mentre gli etnei sono costretti a far uscire Marchese, rilevato da Lanzafame. Il Catania spinge e mette in seria difficoltà la Fiorentina. A meno di dieci minuti dalla fine, l’appena neo-entrato Barrientos (fuori Almiron) mette dentro, ma la difesa viola respinge. L’arbitro non vede quello che sarebbe un gol palese, ma viene “salvato” da Maxi Lopez, che ribadisce in rete. Mihajlovic prova ad inserire Gilardino per ribaltare la situazione, ma non cambia nulla, si chiude con la pesante contestazione della Fiesole nei confronti del tecnico (apparsi striscioni a favore di Delio Rossi).

Buon pareggio per il Catania, che si conferma una squadra ostica salendo a quota 11 punti. Da rivedere la viola: è il momento più difficile per Mihajlovic da quando si è insediato a Firenze.

Photo credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>