Serie A 2012/2013, Fiorentina

di Marco Mancini 1

La situazione della Fiorentina è forse la più strana di tutta la Serie A. Ad inizio mercato sembrava che la squadra viola fosse destinata a ripetere l’annata precedente, in cui rischiò di retrocedere in Serie B, e quando è stata ad un passo dalla cessione di Jovetic sembrava quasi che la retrocessione fosse scontata. Poi improvvisamente la dirigenza ha rialzato la testa, ha trattenuto il montenegrino e messo a segno un colpo dopo l’altro di altissimo livello.

Nel giro di pochi giorni infatti sono stati ingaggiati Borja Valero, Aquilani, Pizarro e Rodriguez, a cui vanno aggiunti ingaggi eccellenti effettuati in precedenza come El Hamdaoui, Viviano e Cuadrado. Alla fine in partenza si sono limitati i danni. A parte i molti svincolati da Montolivo a Boruc, da Natali a Kharja, sono stati ceduti solo Behrami e Gamberini tra i giocatori di un certo peso, mentre probabilmente il miglior acquisto è stato fatto ingaggiando il miglior allenatore della scorsa stagione, e cioè Vincenzo Montella.

 MANCA LA CILIEGINA – In casa viola si respira molta fiducia anche perché il mercato non è finito ed arriverà presto anche un attaccante. In generale però la rosa sembra molto competitiva. Ma basterà per raggiungere alte vette? L’allenatore e i giocatori ci sono, ma il calcio non è una scienza esatta. Tanti arrivi nuovi non sempre fanno il bene di una squadra, specialmente ad inizio campionato, e così sta a Montella riuscire a trovare la quadra in tempo. Sulla carta però questa formazione può raggiungere traguardi importanti:

3-5-1-1: Viviano; Roncaglia, Rodriguez, Nastasic; Fernandez, Aquilani, Valero, Cuadrado, Pasqual; Jovetic; El Hamdaoui.

OBIETTIVO EUROPA – L’obiettivo è la qualificazione europea, e siamo sicuri che se arrivasse anche un centravanti come Babel, il quinto o sesto posto sarebbe a portata di mano. L’incognita è riuscire ad amalgamare bene una rosa con 7-8 titolari nuovi senza perdere troppo terreno nelle prime giornate. Bisogna anche valutare la situazione del portiere perché Viviano si è recentemente infortunato ed ha spesso problemi fisici, e così bisognerà vedere se Neto sarà in grado di sostituirlo a dovere.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>