Spagna – Italia 1-1, debutto azzurro positivo a Euro 2012

di Giovanni Ferlazzo 18

Euro 2012 – Prima giornata Gruppo C
Stadio Arena Gdansk di Danzica

Spagna – Italia 1-1

Reti: 15′ st Di Natale (I); 19′ st Fabregas (S)

Finalmente tocca agli azzurri. L’Italia si prepara ad affrontare la Spagna campione di tutto nella prima sfida valida per la giornata di esordio del Gruppo C di Euro 2012. Dopo la scoppola presa dai russi in amichevole, i nostri devono dimostrare di poter dire la loro in questo europeo, nel test probabilmente più difficile di tutti. L’ultima sfida ufficiale tra le due formazioni risale proprio a Euro 2008, quando gli iberici si imposero sugli azzurri ai calci di rigore nei quarti, per andare poi a vincere il trofeo.

Prandelli schiera la naturale coppia d’attacco formata da Cassano e Balotelli. La Spagna risponde con il trio offensivo formato da Silva, Iniesta e Fabregas.

EQUILIBRIO – Il primo tempo vive soprattutto di fiammate improvvise a spezzare ritmi generalmente blandi che non regalano una partita certo eccezionale. La Spagna prova a tenere il gioco con il classico possesso palla che li ha contraddistinti negli ultimi anni, mentre l’Italia risponde con un pressing alto e l’azione degli esterni, che saltuariamente riescono a far male alla difesa delle furie rosse. Le prime occasioni sono per gli spagnoli, mentre bisogna attendere il ventiduesimo per vedere la prima conclusione velenosa di Cassano, a seguire un calcio di punizione angolato ma debole battuto da Pirlo. La partita si accende nei minuti finali, con un paio di occasioni per i campioni del mondo e soprattutto una clamorosa per Thiago Motta allo scadere, che lasciato solo dalla difesa avversaria colpisce di testa su cross di Cassano ma indirizza il pallone tra le braccia di Casillas che respinge.

DI NATALE, POI FABREGAS – Parte fortissimo la Spagna nella ripresa che ha subito tre occasioni nel giro di pochi minuti mettendo seriamente in affanno la retroguardia azzurra. L’Italia risponde con una bella azione personale di Balotelli che prima ruba palla a Ramos, poi si addormenta davanti a Casillas e si fa recuperare dal difensore del Real. Autore di una prova opaca, viene sostituito in favore di Di Natale. È una mossa quasi decisiva. Al quarto d’ora, Pirlo si inventa un pallone d’oro per il centravanti dell’Udinese che solo davanti al portiere spagnolo non sbaglia e porta in vantaggio ai nostri. La reazione spagnola purtroppo è immediata e si concretizza con il pareggio di Fabregas quattro minuti dopo.

La Spagna a questo punto sembra lanciata al vantaggio ma che sfiora soltanto con Fernando Torres, che spreca malamente in un paio di situazioni. L’Italia prova a rispondere, ma non punge. Finisce 1-1, debutto positivo per gli azzurri.

Photo credits | Getty Images

Commenti (18)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>