Qualificazioni Euro 2012: Inghilterra e Germania soliti schiacciasassi, la Russia ormai non è più tra le grandi

di Marco Mancini 1

Foto: AP/LaPresse

Non ci sono state grosse sorprese nelle partite di ieri sera valide per le qualificazioni ad Euro 2012. Siamo ormai entrati in quello che si potrebbe definire il girone di ritorno, e più o meno sono state rispettate le previsioni di inizio torneo. Ma andiamo con ordine.

Gruppo A: La Germania non abbassa la guardia e con una doppietta di Klose ed una di Muller stende senza fatica il Kazakistan, squadra di certo non competitiva, e rimane, insieme ad Olanda e Spagna, tra le squadre a punteggio pieno nel proprio girone, dopo che ieri il Belgio aveva tentato di avvicinarsi.

Gruppo B: Probabilmente è questo il girone più interessante perché aperto ad ogni risultato. La Russia non riesce a trovare il gol contro la ben più modesta Armenia, che in casa anche in passato ha dimostrato di vendere cara la pelle, e così le vittorie dell’Irlanda del Trap sulla Macedonia e della Slovacchia con un gol del napoletano Hamsik su Andorra, portano in vetta alla classifica le 3 nazionali a 10 punti, a +2 dall’Armenia, segno che ancora tutto può succedere.

Gruppo D: La Francia può dormire sonni tranquilli perché, nonostante faccia qualche fatica a vincere le gare, almeno può contare sul fatto che le avversarie si ostacolano a vicenda. La sorprendente Bielorussia, che era seconda prima di questa giornata, perde in Albania e si fa agganciare al secondo posto, mentre la Bosnia Herzegovina elimina definitivamente la Romania dalla corsa ai play-offs, rimontando il gol di Marica con le reti di Ibisevic e del solito Dzeko.

Gruppo F: Rischiano grosso Grecia e Croazia. Due delle squadre che una decina di anni fa incutevano timore ora sono scese dal piedistallo, ma mentre i greci si salvano al 95′ con una rete che vale la vittoria contro Malta ed il primato del girone, lo stesso non si può dire per i croati che perdono in Georgia e permettono anche ad Israele di tornare in gioco dato che ora ci sono le prime 4 racchiuse in 4 punti.

Gruppo G: L’inizio non è stato dei migliori, ma ora l’Inghilterra di Capello va come un treno. Nel derby contro il Galles (privo di Bale), si rivede Terry con la fascia di capitano ad un anno di distanza dallo scandalo sessuale che lo colpì, e questo dà un po’ più di serenità ai suoi compagni che affrontano come sanno i gallesi, giocando un calcio tranquillo e autoritario. Finisce 0-2 per gli inglesi con un gol per tempo di Lampard e Bent. Bulgaria e Svizzera si tolgono punti a vicenda pareggiando 0-0 e praticamente lasciano campo libero ad Inghilterra e Montenegro, destinate a giocarsi la qualificazione senza disturbi esterni.

Gruppo H: E’ il barese Huseklepp l’eroe di giornata, che a pochi minuti dalla fine pareggia il gol di Rommedhal e mantiene così i 3 punti di vantaggio sulla Danimarca, ma anche sul Portogallo. Cipro e Islanda pareggiano 0-0 e permettono ai ciprioti di evitare almeno l’ultimo posto.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>