Euro 2012, ritorna lo spettro “biscotto” in Spagna – Croazia

di Marco Mancini 3

Giugno 2004, all’Europeo del Portogallo si incontravano Svezia e Danimarca. Le due nazionali che rappresentavano i due popoli più civili d’Europa si abbassarono all’espressione più vile del calcio, e cioè mettersi d’accordo (tacitamente) per pareggiare 2-2 ed eliminare così l’Italia che nel frattempo si era fatta in quattro per battere la Bulgaria, inutilmente.

Otto anni dopo la storia si ripete. Alla luce dei due pareggi per 1-1 con cui l’Italia ha chiuso le prime due gare, ora Spagna e Croazia hanno l’opportunità di inferire lo stesso colpo agli azzurri. Nell’ultima gara infatti l’Italia può vincere anche con dieci gol di scarto contro l’Irlanda, ma se l’altra gara dovesse finire 2-2, addio Europeo. Lo sanno benissimo le due nazionali, e se il famoso “biscotto” fu fatto da Svezia e Danimarca, possibile che non possa essere ripetuto da Spagna e Croazia?

SPERANZA SPAGNA – Gli spagnoli sono molto più forti dei croati e, se giocassero una partita normale sicuramente avrebbero la meglio. Inoltre hanno una difesa quasi impenetrabile, e subire due gol dalla Croazia, in condizioni normali, sarebbe quasi impossibile. Ma il sospetto che non ci debba essere nulla di normale nella prossima gara cominciamo già ad avercelo. Intanto cominciano a fioccare le dichiarazioni identiche a quelle di otto anni fa in cui tutti negano la combine. Il primo a parlare è il ct della nazionale spagnola Del Bosque che ha dichiarato proprio ieri sera dopo la partita:

Siamo sportivi e vogliamo battere anche la Croazia, giocheremo per la vittoria senza pensare a un 2-2. Siamo molto orgogliosi e sono felice per stasera perché l’obiettivo era vincere e superare le reti della Croazia. E’ un’iniezione di ottimismo per tutto il gruppo.

La situazione del Gruppo C vede attualmente la Spagna al primo posto con 4 punti grazie ad una differenza reti migliore della Croazia, Italia a 2 e Irlanda a zero. In caso di vittoria di una delle due contendenti nell’ultima gara, se anche l’Italia dovesse vincere, gli azzurri passerebbero per secondi. Paradossalmente in caso di pareggio per 0-0 o 1-1 l’Italia avrebbe anche la possibilità di passare come prima se vincesse con un punteggio molto largo, dal 5-0 in poi, o come seconda se vincesse con più di due gol di scarto. Ma il risultato più probabile, si sa, è il 2-2. Due edizioni fa i boomakers eliminarono del tutto la possibilità di scommettere su questo risultato, vedremo se questa volta si ripeteranno.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (3)

  1. penso personalmente che se volevamo potevamo non trovarci in questa situazione ora non ci rimane di raccogliere quello che troveremo nel nostro percorso , la speranza è ultima a morire comunque è certo che alcune scelte in campo hanno caratterizzato il risultato .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>