Stefano Borgonovo, in cinquemila per l’ultimo saluto

di Gioia Bò Commenta

Ha combattuto fino all’ultimo giorno contro “la stronza”, quella malattia che lo costringeva all’immobilità, ma che non gli ha mai tolto la voglia di vivere e di sorridere. Stefano Borgonovo alla fine si è dovuto arrendere alla Sla, chiudendo definitivamente gli occhi lo scorso giovedì, a soli 49 anni. Nel pomeriggio di oggi si sono svolti i funerali dello sfortunato bomber, alla presenza delle autorità del calcio italiano, di diversi calciatori sia in attività che in pensione, e di migliaia di persone comuni, che si sono strette intorno alla famiglia con silenzi, cori e striscioni.

Roberto Baggio in prima fila, Paolo Maldini, Ciro Ferrara, Franco Baresi, Arrigo Sacchi e tanti tanti altri nomi noti del calcio nostrano si sono riuniti nella Chiesa Santi Filippo e Giacomo di Giussano, troppo piccola per contenere i 5.000 (o forse più) che volevano salutare per l’ultima volta Borgogol. Applausi e lacrime per un campione nello sport e nella vita, che ha aperto la strada per la battaglia alla Sla, nella speranza che qualcun altro la percorra anche senza il suo sorriso.

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>