Mondiali 2006 “comprati” dalla Germania, parola di Blatter

di Marco Mancini Commenta

Sepp Blatter sta ormai sparando le sue ultime cartucce prima di lasciare (finalmente) il posto di presidente della FIFA. L’ultima stoccata è rivolta al comitato organizzatore del Mondiale del 2006, a suo dire “comprato” dalla federazione tedesca. Secondo il racconto di Blatter al quotidiano SonntagsBlick, il Mondiale era in bilico tra Germania e Sudafrica, ed al momento della votazione un delegato che avrebbe potuto “pareggiare” il conto, si alzò e non partecipò al voto, lasciando vincere i tedeschi per 10 a 9.

Giochi di potere che assumono connotazioni inquietanti quando il politico svizzero ammette che l’ex Cancelliere Gerhard Schroder (stiamo parlando dell’anno 2000) per convincere il delegato dell’Arabia Saudita a votare per la Germania convinse il Consiglio Federale a vendere al suo Paese una partita di bazooka. La polemica si fa rovente proprio in questo periodo in cui è aperta un’inchiesta per presunte irregolarità nell’assegnazione delle prossime competizioni in Qatar ed in Russia, anche queste presumibilmente “comprate”. Continuiamo a non capire comunque che bisogno ci sia di riportare alla ribalta una storia vecchia di più di dieci anni.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>