Milan: da Maxi Lopez a Borriello, i milleeuno nomi per il mercato di gennaio

di Marco Mancini 3

Nelle ultime due stagioni, ed in particolare in quella scorsa, il Milan ha costruito i suoi successi nel mercato di gennaio. Così quest’anno la voglia di ripetere i colpacci Van Bommel e Boateng è forte, anche perché è obbligata visti i forfait quasi definitivi di Gattuso e Flamini a centrocampo, di Cassano in attacco e per la poca fiducia che c’è nell’esperienza di El Shaarawy e nei muscoli di Pato e Inzaghi.

Insomma, una squadra che va rifondata daccapo ha bisogno in primis di una, o meglio due punte. Servirebbe infatti qualcuno che possa sostituire Cassano ed un altro che possa far rifiatare Ibrahimovic. La prima idea è di prendere un giocatore che possa ricoprire entrambi i ruoli, ed infatti si è pensato a Maxi Lopez. L’argentino sembra il più probabile tra gli acquisti di gennaio visto che a Catania non sta più trovando il gol e lo spazio, visto che Montella gli preferisce Bergessio, costerebbe relativamente poco e non intaccherebbe il posto dell’extracomunitario avendo passaporto italiano.

Su di lui circolano tante voci, molte delle quali fiduciose di un approdo a Milano, ma siccome non ci si può affidare solo a queste, Galliani sta vagliando altri nomi. Il più affascinante è quello di Drogba, ma Villas Boas potrebbe decidere di non lasciarlo partire visto che ogni volta che entra gli risolve le partite, e poi non sarebbe nemmeno un gran colpo visto che a gennaio c’è la Coppa d’Africa e per due mesi sarebbe indisponibile.

Meglio guardare al nostro campionato e puntare sugli scontenti. Nel ruolo di prima punta torna di moda Borriello, uno che al Milan ha già giocato e segnato molto, relegato in panchina da Osvaldo alla Roma. Borriello ha chiesto già la scorsa estate di essere ceduto, ma il suo passaggio al PSG non si è poi concluso, e bisognerebbe vedere se accetterebbe di fare il vice di Ibrahimovic. Nel ruolo di seconda punta si valuta anche Adrian Mutu che non decolla in quel di Cesena e che comunque è abituato a grandi palchi, visto che ha giocato anche alla Juventus e al Chelsea. Il romeno, a differenza di Borriello e Drogba, potrebbe anche disputare la Champions League, e questo è un dettaglio non da poco. Rimane in piedi anche la possibilità di arrivare a Luca Toni che potrebbe essere preso gratis, mentre sembra ormai tramontata l’ipotesi Del Piero.

Ma non c’è solo l’attacco a tenere banco in casa Milan. Vanno infatti sostituiti Gattuso e Flamini e va fatto rifiatare Van Bommel. Per questo dovrebbero arrivare almeno un paio di rinforzi a gennaio. Il sogno veste la maglia verdeoro, indifferentemente Casimiro o Ganso, anche se entrambi costano una fortuna e bisognerà valutare la volontà di spendere cifre stratosferiche per giocatori che comunque avranno bisogno di un paio di mesi per adattarsi al calcio italiano. Meglio a questo punto puntare su calciatori che già giocano in Europa.

Le alternative più interessanti arrivano da Madrid. Una è Khedira, centrocampista molto apprezzato fortemente voluto da Mourinho dopo l’ultimo Mondiale, ma che ora vuol cedere in seguito ad un litigio che lo ha fatto relegare in tribuna. L’altra, se la richiesta del Real fosse troppo alta, sarebbe Lassana Diarra, un giocatore molto apprezzato a livello mondiale di cui Mourinho si ricorda solo durante le finestre di mercato, visto che gli dà fiducia ma poi, negli mesi successivi, non lo fa mai giocare.

Altre ipotesi meno probabili sono Montolivo, su cui c’è l’Inter e per cui non vale la pena sborsare 8-10 milioni ora se si può avere gratis la prossima estate, ed Eriksen, centrocampista dell’Ajax. Il giro di consultazioni è iniziato, quel che è certo è che a fine gennaio il Milan avrà almeno 3-4 nuovi giocatori.

Photo Credits | Getty Images

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>