Calciomercato: le trattative dell’ultima settimana

di Marco Mancini Commenta

Il calciomercato di gennaio si è chiuso col botto. Ieri pomeriggio è suonato il gong, e tutte le trattative sono state chiuse o sono fallite. Ovviamente non si poteva non chiudere con il classico botto dell’ultimo minuto. A regalarcelo è il Milan, che spera di far tornare grande Amantino Mancini dopo la parentesi triste dell’Inter. Ma anche i nerazzurri si sono fatti valere, ingaggiando il talentuoso centrocampista kenyota del Parma Mariga.

Ma a parte queste trattative, se c’è una squadra che più di tutte si è fatta notare in queste ultime ore è la Lazio. Dopo aver fatto saltare la trattativa per Ledesma, che presumibilmente rimarrà in tribuna fino alla prossima estate, ha ingaggiato diversi nomi importanti. Il migliore è Thomas Hitzlsperger, centrocampista della nazionale tedesca, preso a parametro zero dopo la rescissione consensuale con lo Stoccarda. Insieme a lui Lotito ha portato a Roma anche il difensore André Dias del Flamengo, e il centrocampista del Villareal Eguren, in prestito con diritto di riscatto.

Molto attivo anche il Genoa, che ha venduto Crespo al Parma (l’argentino aveva vestito la maglia gialloblù già 10 anni fa), ma l’ha rimpiazzato con Robert Acquafresca in prestito dall’Atalanta. A sua volta, in questo triangolo, la squadra emiliana ha ceduto a titolo definitivo Amoruso ai bergamaschi. I parmensi si sono assicurati anche il prestito di Luis Jimenez dell’Inter e la comproprietà di Valiani dal Bologna.

Ma un altro colpo importante l’ha messo a segno la Fiorentina, ingaggiando il promettentissimo Keirrison, anche se ha lasciato partire una delle sue bandiere, Martin Jorgensen, che torna in Danimarca per potersi guadagnare la convocazione al Mondiale. Operazioni in uscita a Palermo, che ha mandato via il difensore tanto odiato da Zamparini, Melinte, prendendo in contropartita Calderoni dal Piacenza; ha poi girato Rubinho, che non ha mai fatto bene in Sicilia, al Livorno, assicurandosi Benussi che farà da vice a Sirigu.

Con il cambio di presidenza, il Siena prova a formare una squadra in grado di raggiungere la salvezza, e così i primi acquisti di Mezzaroma sono l’attaccante della nazionale greca Alexandros Tziolis, acquistato dal Panathinaikos, e l’esperto difensore del Torino Pratali. Ma a proposito di salvezza, Pulvirenti non è stato da meno, ingaggiando Mariano Pavone dal Betis Siviglia. Il Bologna cerca di raggiungere la sua di salvezza con una nuova punta, Davide Succi del Palermo, l’Atalanta con Sergio Volpi, il Livorno invece sostituirà Candreva con il milanista Di Gennaro.

Tra le squadre invece più “tranquille” si è mosso bene il Bari, assicurandosi uno dei migliori centrocampisti della serie B, Alessio Sestu, e scambiando il difensore Antonelli Agomeri con il il torinese Pisano. Interessante anche il prestito di Nainggolan, nazionale belga, al Cagliari. Solo operazioni in uscita invece per Napoli e Roma, che hanno fatto partire rispettivamente Contini (al Saragozza) e Okaka (al Fulham). Almeno un’altra ventina di operazioni minori sono state portate a termine in quest’ultima settimana, ma più che altro si tratta di calciatori che probabilmente non vedremo mai calcare i campi della serie A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>