Calciomercato Milan, da Dzeko a Van Persie, tutti gli obiettivi rossoneri

di Marco Mancini Commenta

Tra qualche giorno Thiago Silva e Ibrahimovic firmeranno per il Paris St. Germain e nelle casse rossonere arriveranno 65 milioni, a cui se ne aggiungeranno molto probabilmente altri 15 per la cessione di Robinho, destinazione Malaga o Santos. Dunque cosa fare degli 80 milioni in tasca? Le alternative sono tante, anche se è chiaro che 20-30 milioni resteranno in cassa per ripianare i debiti.

LE RICHIESTE DI ALLEGRI – Allegri ha chiesto a gran voce Edin Dzeko. Il centravanti bosniaco sarebbe la prima punta che serve per sostituire Ibrahimovic, e lui non ha mai nascosto la sua volontà di provare l’Italia, specialmente ora che è chiuso da 3-4 attaccanti al Manchester City. Su di lui c’è la Juve, ma di certo non disprezzerebbe il rossonero. Il problema è il costo del cartellino. Lo scorso anno fu pagato 35 milioni al Wolfsburg e gli sceicchi vorrebbero recuperare almeno una parte di quell’esborso. La richiesta è 30 milioni, ma dopo le insistenze del calciatore pare essere scesa a 25. Forse negli ultimi giorni di mercato si può prendere a 20. Difficile invece arrivare a Destro su cui sembra in vantaggio la Roma.

LE STRADE BATTUTE DA GALLIANI – Mentre Allegri presenta la sua lista della spesa, Galliani riallaccia i rapporti con alcuni club con cui ci sono discorsi aperti. Il colpo più probabile, come dicevamo ieri, è Tevez, ed anzi su di lui ormai non sembrano più esserci dubbi. Ma sono altri i calciatori che si stanno trattando in questi giorni. Ad esempio c’è Leandro Damiao, vicino a trasferirsi alla Juve ma poi rimasto in Brasile perché la valutazione di 20 milioni ha spaventato i bianconeri. Galliani lavorerà per abbassarla in modo da portare un potenziale campione per non più di una quindicina di milioni. Ma attenzione al colpo Van Persie. Se su di lui il pensiero era stato fatto per il prossimo mercato invernale, ora i tempi possono essere accelerati. Il Milan infatti può spendere i 9 milioni richiesti dall’attaccante per il suo stipendio, ma al contrario della Juve non può permettersi i 30 milioni richiesti dall’Arsenal. La tattica dello sfinimento può dare i suoi frutti.

CAPITOLO DIFESA – Bisogna sostituire Thiago Silva ed il primo indiziato è il centrale del Porto Rolando. Il problema è che il club portoghese spara sempre alto, e 15 milioni sembrano troppi. Per questo Galliani ha sondato il terreno per un prestito con diritto di riscatto, vedremo se verrà accettato. Per Astori invece rimane tutto bloccato perché dipende dall’affare Rolando. Potrebbe arrivare in caso di rifiuto del portoghese o in caso di accordo per il prestito, mentre se si sborsassero i 15 milioni richiesti dal Porto, sicuramente non ci sarebbe spazio per lui.

Infine potrebbero avanzare anche un po’ di spiccioli per un centrocampista, il famoso erede di Pirlo che è mancato quest’anno. Perso Verratti, ormai del PSG, si pensa a Francesco Lodi, regista del Catania che costerebbe appena 5 milioni. Potrebbe essere un altro colpo alla Nocerino, o almeno così sperano a Milanello. Per il reparto si pensa anche a Poli che arriverebbe per la stessa cifra di Lodi visto che è stato messo fuori rosa dalla Sampdoria e non sembra contento della possibilità di tornare all’Inter che lo ha scaricato a fine stagione. Niente da fare infine per Ganso che lascia il Santos, ma non per venire in Europa, bensì all’Internacional de Porto Alegre.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>