Calciomercato Juventus, Drogba, Llorente e gli altri colpi Champions

di Marco Mancini Commenta

La vittoria di ieri sera non solo regala alla Juventus la qualificazione agli ottavi di Champions League ed il primo posto nel girone, ma anche tanti tanti soldi. Per questo, come promesso, a gennaio la società tornerà sul mercato. Ma non solo per l’attaccante. La prima punta, quella di cui si sente tantissimo la mancanza, sicuramente sarà il primo obiettivo, ma si tenterà anche di rinforzare altri reparti.

Partiamo dagli attaccanti però. Se per Lewandowski se ne parla a giugno, i nomi per gennaio sono attualmente tre: Suarez, Llorente e Drogba. Suarez ha annunciato di voler lasciare Liverpool, ma ha stroncato (per ora) la corte del Chelsea affermando di voler cambiare campionato. Ha mostrato apprezzamento per la Juventus, ma il costo del cartellino è molto alto, sopra i 30 milioni, quindi se i Reds non accettassero di abbassarlo, sarebbe impossibile.

LE ALTERNATIVE – Più semplice Llorente che nei giorni scorsi ha ribadito la volontà di lasciare il Bilbao. A giugno arriverà gratis, ma la punta serve subito. Il club non è intenzionato ad accettare super-sconti. Inoltre si è messo di mezzo anche il Tottenham che potrebbe far scattare un’asta a gennaio che i bianconeri si eviterebbero volentieri. Ma a giugno ci sono le due squadre di Manchester ed il Liverpool su di lui, quindi è un rebus di difficile soluzione. E allora non rimane che Drogba. Il problema qui è l’ingaggio. L’ivoriano, che peraltro ad inizio anno mancherà per la Coppa d’Africa, vuole 7-8 milioni, ma una soluzione che preveda quella cifra per 18 mesi anziché per 12 è attuabile. Difficile ma non impossibile Huntelaar.

DIFESA E CENTROCAMPO – Gli altri reparti che andranno rivisti sono la difesa e l’esterno di sinistra. Sulla corsia mancina serve un esterno forte, ma che quando a febbraio tornerà Asamoah si possa accomodare in panchina senza problemi. De Ceglie non convince, e allora si sta pensando a Peluso dell’Atalanta. Si era vociferato anche di Marcelo, in rotta con l’ambiente di Madrid, ma crediamo difficile che accetterebbe di fare il vice di Asamoah. Peluso inoltre piace anche perché si può adattare da centrale, in modo da sostituire Lucio ormai in partenza. L’alternativa è Bocchetti, ma siccome lui può arrivare gratis a giugno, sembra che l’atalantino sia per ora in vantaggio. Infine per la fase centrale si studia anche Doria del Botafogo, un diciottenne con ottime potenzialità che però potrebbe essere acquistato subito ma lasciato a crescere altrove in prestito.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>