Calciomercato Inter, ecco chi sono i 4 acquisti

di Marco Mancini Commenta

Avevamo lasciato i tifosi nerazzurri ieri con due acquisti un po’ sottotono, Schelotto e Kuzmanovic, di certo non due campioni ma semplicemente pedine che servono a completare la rosa. Oggi però si registra un salto di qualità grazie a due nuovi ingaggi: Laxalt e soprattutto Kovacic. Ma chi sono?

Partiamo da quest’ultimo che è il vero pezzo da novanta. Anche se da noi è sconosciuto, è un nome sulla lista di molti osservatori. Seguito sin dall’età di 13 anni dalla Juventus e da altri club, Mateo Kovacic era un giocatore della Dinamo Zagabria di appena 18 anni. Centrocampista offensivo che all’occorrenza può fare anche il regista, è considerato in Croazia uno dei giocatori più forti di tutti i tempi. Ha attirato le attenzioni di mezza Europa, tanto che nelle ultime ore si stavano interessando a lui il Chelsea, il Real Madrid, l’Arsenal e le due squadre di Manchester, ma alla fine l’ha spuntata l’Inter pagandolo 11 milioni più 4 di bonus, mentre al giocatore va un contratto di 4 anni e mezzo per un totale di 10 milioni netti.

 L’altro arrivo è quello di Diego Laxalt, anche lui giovanissimo (vent’anni la settimana prossima), è un centrocampista più di quantità, ma che all’occorenza sa fare anche il regista. Laxalt gioca nel Defensor Sporting, in Uruguay, ed è stato ingaggiato dall’Inter per 2,75 milioni di euro (la Lazio ne aveva offerti 250 mila euro in meno ed è stata così bruciata). L’unico problema ora è che è extracomunitario e teoricamente non potrebbe essere tesserato in questa finestra di mercato. La soluzione potrebbe derivare da un suo nonno italiano che potrebbe garantirgli il passaporto comunitario. La strategia dell’Inter così è di ingaggiarlo subito e chiedere 10 giorni di tempo per fargli avere il permesso in tutta fretta. Se non dovesse essere accordato o il documento non arrivasse in tempo, Laxalt verrà aggregato alla truppa nerazzurra nel prossimo giugno.

 VOLTI NOTI – Gli altri due acquisti li conosciamo bene. Uno è Kuzmanovic, giocatore tuttofare dello Stoccarda, in grado di giocare da centrocampista e difensore, e di rendersi pericoloso anche in attacco. La concorrenza era quella del Valencia e del Liverpool, ma visto che l’ex della Fiorentina sognava di tornare in Italia ha subito accettato l’offerta dell’Inter senza nemmeno prendere in considerazione le altre. Schelotto invece è un esterno destro noto per aver giocato nell’Atalanta fino al dicembre scorso, prima che alcuni disguidi con la società lo facessero rimanere fuori squadra. Pagato 4,5 milioni più la comproprietà di Livaja, è l’unico dei quattro in grado di scendere in campo sin dalla prossima partita.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>