Manchester United: festa senza mogli

di Gioia Bò Commenta

Settemila euro a testa. E’ questa la cifra che uscirà dalle tasche dei giocatori del Manchester United per finanziare la tradizionale festa di fine anno.
Ormai è abitudine di tutte le società di calcio organizzare una cena sociale a ridosso del capodanno, con tanto di Babbo Natale e regali per tutti. Ma gli inglesi non mancano certo in fantasia e si sono autotassati pur di ottenere qualcosa di originale. Sir Alex Ferguson non è riuscito ad impedirlo e nonostante la Premier League non si fermi nemmeno per le festività natalizie, i Red Devils avranno la loro festa, organizzata su iniziativa di Rio Ferdinand

Il programma prevede un aperitivo al Living Room, subito dopo l’allenamento di lunedì prossimo, una capatina al 235 Casino, che resterà chiuso al pubblico durante la visita dei giocatori, qualche ora al Boutique, club di lap dance e poi il gran finale con la cena al Great John Street, un noto albergo di Manchester.

Il tutto rigosamente senza mogli e fidanzate escluse per l’occasione e “rimpiazzate” da cento bellissime ragazze (4 per ogni componente della squadra) e con il divieto assoluto di portare con sé i cellulari.

Per il resto del programma poca fantasia, con l’immancabile champagne a fiumi ad innaffiare la festa, forse sostituito dalla birra visto che siamo in Inghilterra, ed una previsione a lungo termine: quante mogli e fidanzate sono disposte ad accettare che il proprio uomo si diverta con uno stuolo di ragazze intorno?

Del resto i Diavoli hanno notoriamente le corna, da ora forse, anche le loro mogli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>