Calcio estero, uragano Chelsea e Barcellona, il PSG raggiunge la vetta

di Marco Mancini Commenta

E’ stato un week-end con molti gol quello appena concluso sui campi internazionali. La gara più emozionante è stata senza dubbio il big match di Premier League, Tottenham-Chelsea. Al White Hart Lane ne accadono di tutti i colori. C’è da dire che si gioca con grande intensità, ma a pagare sono soprattutto le difese “allegre”. Comincia bene il Chelsea con un gran tiro al volo di Cahill che porta in vantaggio i suoi dopo poco più di un quarto d’ora. Sembra una partita tranquilla ma nella ripresa accade di tutto.

Succede che Villas Boas carica i suoi ragazzi che ritornano in campo con un atteggiamento molto diverso. In pochi minuti infatti Gallas pareggia e Defoe compie il sorpasso. A questo punto però la difesa degli Spurs si addormenta e Mata ottiene il 2-2 ed il 2-3. Nell’assalto finale però ci guadagnano i Blues che in contropiede con Sturridge mettono a segno la quarta rete al novantesimo. La vittoria degli uomini di Di Matteo è molto importante perché mantiene le distanze sul duo di Manchester. Il City rischia grosso contro il WBA visto che prima va sotto ma poi Mancini pesca dalla panchina San Dzeko che quest’anno l’ha salvato da un sacco di brutte situazioni ed il bosniaco segna la doppietta che gli dà i tre punti. Quattro gol li segna anche lo United di cui 2 con Rooney nella vittoria contro lo Stoke, mentre da segnalare la sconfitta dell’Arsenal contro il Norwich.

 LIGA – In Spagna lo spettacolo ha un nome: Barcellona. I blaugrana segnano 3 gol nei primi 18 minuti e sembra che la gara sia già finita. Ma forse i blaugrana mostrano un eccesso di sicurezza. Appena abbassano la guardia infatti prendono due gol, grazie anche ad una svista dell’arbitro che concede un rigore al Depor per un fallo avvenuto fuori area. Rimette le cose a posto Messi segnando il 2-4 sullo scadere del primo tempo. Gara finita? Tutt’altro. L’autore del primo gol Pizzi infatti si presenta nella ripresa con una gran punizione che vale il 3-4, ma ancora Messi rimette le cose a posto segnando il quinto gol, il terzo della sua serata. Ma a 10 minuti dalla fine Jordi Alba mette a segno un’autorete e riapre i giochi, ma il Deportivo, che non avrebbe mai pensato di poter segnare 4 gol al Barcellona alla vigilia, non riesce a trovare la quinta rete. Tutto facile per il Real Madrid che liquida il Celta per 2-0 con una grandissima rete di Higuain che azzecca l’incrocio dei pali con un tiro-cross da 30 metri, e con la rete di Cristiano Ronaldo su rigore. Al primo posto con il Barça però c’è l’Atletico Madrid che vince ancora grazie a Falcao che segna la rete della vittoria al novantesimo.

 LE ALTRE – In Bundesliga è come sempre assolo Bayern. I bavaresi ottengono l’ottava vittoria su 8 partite vincendo con un sonoro 0-5 sul campo del Dusseldorf. Solo l’Eintracht tiene il passo mentre il Borussia perde ancora, stavolta nel big match contro lo Schalke, e saluta i sogni scudetto visto che il primo posto è a 12 punti di distanza. In Francia è Gameiro a decidere la vetta. Il brasiliano infatti segna il gol con cui il PSG batte il Reims, mentre il giorno dopo l’Olympique Marsiglie cede a Troyes permettendo ai parigini l’aggancio in vetta con un’incredibile situazione di classifica che vede 6 squadre in 4 punti. Infine da segnalare la prima vittoria per il Sydney di Del Piero. L’ex capitano della Juve prima sbaglia un rigore ma poi segna sulla ribattuta del portiere nel derby che vale i primi tre punti della stagione.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>