Artur Boruc nei guai per una maglia sul Papa!

di Gioia Bò 1

Può una maglietta con una scritta a sfondo religioso mettere nei guai un calciatore? In Italia probabimente no, ma se le due squadre si chiamano Celtic e Glasgow (notoriamente avversarie anche in tema di religione), una maglia può suscitare scandalo e provocare antipatiche reazioni.

E’ successo dopo l’ultima gara di campionato vinta dal Celtic per 3-2, al termine della quale il portiere dei Glasgow, Artur Boruc, stanco di sentire cori offensivi all’indirizzo del Pontefice, ha esibito una T-shirt, con la scritta Dio benedica il Papa.

Non l’avesse mai fatto! La vicenda è finita sul tavolo della disciplinare, chiamata a decidere se il comportamento del numero uno fosse o no offensivo per la squadra avversaria di fede protestante.

Fortunatamente il tutto si è risolto per il meglio, ma fa comunque riflettere il fatto che in uno stadio qualcuno si senta offeso per una scritta di questo tipo.

Per la serie: non sappiamo più a cosa attaccarci, pur di chiacchierare a vanvera.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>