Ottima giornata per gli arbitri, anche gli errori più gravi sono ininfluenti

di Marco Mancini Commenta

La qualità degli arbitraggi sta migliorando. Sarà che i postumi di Calciopoli stanno ormai scomparendo, ma gli errori arbitrali diventano sempre meno, e soprattutto meno incisivi sui risultati delle partite. L’errore più evidente della giornata lo commette Celi, che ammonisce nel primo tempo Dellafiore per un fallo da rigore su Perrotta, ma sbaglia a segnare il suo numero sul taccuino. Risultato è che Pisano, innocente, si trova con un’ammonizione sul groppone, e Dellafiore, che si becca un altro giallo nella ripresa, non viene espulso. Comunque l’errore è ininfluente dato che la Roma a quel punto vinceva già 4-0 e rimanere in 11 contro 10 avrebbe soltanto peggiorato la situazione del Torino. Per il resto le sue decisioni sono state tutte corrette.

Nelle altre gare si riscattano i veterani. Nonostante le proteste di Mazzarri che hanno portato alla sua espulsione, il rigore per la Fiorentina c’era tutto, così come era regolare il gol in dubbio fuorigioco di Gastaldello. Gava sbaglia in favore del Genoa, che però perde lo stesso contro l’Empoli, mentre sono perfetti gli arbitraggi di due quasi esordienti, Orsato e Gervasoni (20 e 16 gare per loro in A), che non sbagliano niente nelle partite più delicate della giornata, che riguardavano l’Inter e la Juve.

Errore piuttosto grave di Morganti in Livorno-Milan, che concede il gol che sblocca la partita ad Inzaghi in netto fuorigioco, ma per sua fortuna poi il Milan ne fa altri 3 e tutto viene messo a tacere. Anche se con la gara sullo 0-0 vengono molti dubbi sulla possibilità che i rossoneri potessero fare 4 gol. Molto buone anche le gare di Giannoccaro, Saccani e Bergonzi, che non sbagliano niente, mentre Valeri avrebbe potuto concedere un gol facile facile a Doni fermato per un fuorigioco inesistente, ma crediamo che nessuno se ne lamenterà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>