Polizia inglese lo blocca col taser, lui muore: la fine di un ex bomber

di Alba D'Alberto Commenta

È successo in Inghilterra dove si apprende della morte di Dallan Atkinson che è stato sorpreso mentre disturbava i sui vicini, probabilmente ubriaco. La polizia chiamata sul posto lo ha immobilizzato con il taser ma il tutto è stato fatale. Diciamo addio ad un ex bomber. 

Dallan Atkinson ormai aveva raggiunto quota 48 anni, un’età che non è più indicata per star dietro al pallone ma le sue prodezze davanti alla porta le ricordiamo ancora. Si dà il caso, infatti, che Atkinson fosse un ex attaccante dell’Aston Villa. Il suo decesso è avvenuto in circostanze, per così dire, assurde. È stato immobilizzato dalla polizia con una pistola Taser a Telford, a ovest di Birmingham. La polizia è intervenuta alle due di notte nei pressi della sua abitazione dopo essere stata avvisata dai suoi vicini.

Pare infatti che l’ex calciatore fosse in stato confusionale e andasse in giro per il quartiere bussando alle case dei vicini, urlando di essere un senzatetto. Il padre di 85 anni ha detto di averlo visto molto agitato, un’agitazione probabilmente legata all’effetto di droghe e alcol.

Gli agenti sul posto hanno deciso di bloccare l’ex calciatore sparandoli con il taser, la pistola elettrica che paralizza i movimenti facendo contrarre tutti i muscoli. Purtroppo la scelta si è rivelata rovinosa perché l’ex bomber dopo due ore dall’immobilizzazione, è stato dichiarato morto dall’ospedale in cui era stato trasferito.

Adesso con le indagini di una commissione indipendente si cercherà di capire se il decesso è dovuto al taser, tanto contestato negli anni. Sembra infatti che queste armi n uso alla polizia, in più di un’occasione si siano rivelate letali determinando la morte di mote persone. Uno studio di Amnesty International, tra il 2001 e il 2012 negli Stati Uniti aveva evidenziato più di 500 decessi dovuti all’uso di Taser.

Oggi in molti rifletto sulla possibilità di restringere l’uso del taser perché questi strumenti non sono affatto sicuri. Stavolta poi la riflessione sarà ancora più in evidenza per via del fatto che a morire è stato un ex calciatore molto famso. Atkinson – come racconta anche RaiNews – “in carriera aveva segnato 38 gol in 114 partite con l’Aston Villa ed è ricordato dai tifosi dei Villains per la rete del 1994 che valse la conquista la Coppa di Lega nella finale contro il Manchester Utd. Tra le due squadre anche Ipswich, dove aveva cominciato, Sheffield Wednesday, Real Sociedad, Fenerbahce, Metz e Manchester City, prima di chiudere l’esperienza da calciatore fuori dall’Europa con Al-Ittihad, Daejeon Citizen e Jeonbuk Hyunday Motors”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>