A Mancini la panchina d’oro e forse il Real Madrid

di Marco Mancini Commenta

Sembrava scomparso dal calcio giocato Roberto Mancini, lontano a godersi chissà dove i 5 milioni all’anno che l’Inter gli regalava senza lavorare. E invece eccolo ancora qui, a Coverciano, a godersi il premio più ambito dagli allenatori, la panchina d’oro, assegnatagli dai suoi stessi colleghi come miglior allenatore di Serie A della scorsa stagione.

Ma il premio passa in secondo piano, se si pensa che oramai Schuster, sconfitto anche domenica scorsa, è sull’orlo del baratro, con il presidente Calderon ben lieto di spingercelo dentro. Il nome più probabile per una transizione è quello di Michel, che adesso si occupa delle giovanili del club, ma l’allenatore che dovrebbe far tornare grande il Real pare essere proprio lui, Roberto Mancini, che per adesso smentisce ogni interessamento. Sarà, ma in Spagna sono sicuri che sarà lui il nuovo allenatore di Raul e compagni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>