Inter scatenata sul mercato, due acquisti e mezzo in 3 giorni

di Marco Mancini Commenta

E’ proprio il caso di dire Pazza Inter. Dopo averci ammorbato per un mese con il tira e molla Lampard sì Lampard no, sono bastati due giorni a Branca e Oriali per svoltare l’angolo e acquistare un altro calciatore. E’ Sulley Muntari il centrocampista che Moratti regalerà a Mourinho per la prossima stagione.

Il tecnico portoghese, che si era impuntato perchè voleva a tutti i costi un centrale per sostituire Stankovic che non rientrava più nei suoi piani, dopo il no di Lampard e quello probabile del Porto per Quaresma, dovrà accontentarsi dell’ex calciatore dell’Udinese, che solo dopo un anno di Premier League ritorna in Italia.


Il cartellino è costato al patron 14 milioni, due in più rispetto a quanto pagato dal Portsmouth per portarlo via da Udine, ma soprattutto è costata una prova di forza dopo che il tecnico Redknapp aveva dichiarato che Muntari non si sarebbe mosso dalla sua squadra. E invece è bastata una visita dei dirigenti nerazzurri per far accettare tutti quei milioni alla piccola società inglese, e per far firmare al ghanese un contratto che parte da 1,8 milioni l’anno e arriva fino a 2,5.

La brusca svolta è stata dovuta al ritrovato amore tra Lampard e il Chelsea dopo le prime amichevoli estive. Evidentemente Frank si era dimenticato com’era il calore dei tifosi Blues e quant’era bello vestire quella maglia, e così ora sembra addirittura vicino al rinnovo. Si parla di 50 milioni in 5 anni, molto di più di quello che gli offrirebbe l’Inter. Intanto anche Quaresma si allontana. Nonostante le parole d’amore del portoghese verso l’Inter, il Porto continua a tirare sulla cifra. I nerazzurri sono arrivati ad offrire 20 milioni, ma i portoghesi non si muovono dalla precedente richiesta di 25. Una trattativa destinata a durare a lungo.

Ma l’Inter continua sempre ad essere scatenata sul mercato. Dopo che qualche giorno fa si era assicurata il “nuovo Pato“, e cioè il sedicenne Coutinho, un nuovo colpo, stavolta in difesa, è pronto. Si tratta di un ritorno a casa, probabilmente per la questione dei calciatori della Primavera per la quota Champions. Si tratta di Matteo Ferrari, ormai sicuro partente da Roma, che ha detto no alla Sampdoria, e che andrebbe un pò a ringiovanire un reparto formato da ultratrentenni sulla via del pensionamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>