Serie A 16a giornata: Palermo – Parma 3-1

di Moreno Commenta

Foto: AP/LaPresse

Anticipo della sedicesima giornata di serie A.
Stadio Barbera, Palermo:
Palermo-Parma 3-1
Reti:
7′ pt Lucarelli (Par), 6′ st Pinilla (Pal), 16′ st Miccoli (Pal), 44′ st Kasami (Pal)

Sebbene la classifica dica il contrario – ma solo perchè prende a riferimento un periodo più lungo – la recente realtà racconta di un Parma in migliore condizione di salute rispetto a quella dei rosanero. A Palermo, come non ricordarlo, la sconfitta di Napoli ha lasciato una ferita aperta che le dichiarazioni del giorno dopo di patron Zamparini non hanno contribuito a rimarginare.

Una prestazione impeccabile contro il Parma avrebbe quindi contribuito a stemperare la tensione invece, dopo i primi 45′ di gioco, i locali entrano negli spogliatoi tra i fischi del pubblico amico. Il Parma stava ottimamente difendendo il vantaggio acquisito al 7′ grazie a un acuto di Lucarelli che, in occasione di un calcio d’angolo, era riuscito a svettare più dei difensori di Rossi e, con una incornata perentoria, non aveva lasciato scampo a Sirigu.

Alla vigilia dell’incontro si era parlato con insistenza della sfida tra cannonieri: Miccoli da una parte e Crespo dall’altra, con quest’ultimo in grado di sfoggiare la sua seconda (terza? quarta?) giovinezza. Non presente, al Barbera, il tecnico gialloblu, Pasquale Marino assente per la morte della madre avvenuta in nottata.

Prima frazione poco emozionante: eccezion fatta per il vantaggio ducale, non si vede molto. Il Palermo effettua un gioco confuso, la manovra non si concretizza, piuttosto si spegne all’altezza della tre quarti dove nè Pastore (in ombra) nè Ilicic sanno incidere. Vicino al raddoppio, invece, il Parma che al 36′ rischia di sfruttare al meglio un rinvio errato di Sirigu: palla ad Angelo che tenta il tiro e manda la sfera fuori di un nulla.

Che a tentare di modificare qualcosa debbano essere i locali è incontrovertibile: nella ripresa Delio Rossi manda in campo Pinilla per Pastore. Lo diciamo per la prima volta in stagione ma una prima volta c’è sempre: senza l’argentino i rosanero si illuminano. Al 6′ il neoentrato centra il pari: Nocerino fa partire il contropiede, il cileno raccoglie palla dopo la respinta di Mirante e riequilibra il punteggio. Pinilla cambia letteralmente il volto all’incontro: dai suoi piedi nasce anche l’azione che ribalta il risultato. E’ il 16′ quando l’attaccante serve Miccoli al limite dell’area. Il resto – ovvero un destro che è un capolavoro – lo fa il folletto locale.

Fase centrale di controllo da parte del Palermo mentre il Parma fatica a reagire: ci si avvia verso un finale acceso salvo poi arrendersi alla constatazione che la terza rete dei padroni di casa, Kasami al 44′, sancisce di fatto la fine di ogni ostilità ancor prima che lo faccia il direttore di gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>