Serie A 34^: Cassano-Pazzini, Samp da Champions. Milan, ciao scudetto

di Moreno Commenta

Inter-Juventus (venerd’ ore 20.45) 2-0
Chievo-Livorno (sabato ore 18) 2-0
Atalanta-Fiorentina 2-1
Bari-Napoli 1-2
Cagliari-Palermo 2-2
Catania-Siena 2-2
Parma-Genoa 2-3
Sampdoria-Milan 2-1
Udinese-Bologna 1-1
Lazio-Roma ore 18.30

Inter-Juventus: buona prestazione dei bianconeri che tengono testa all’Inter fino a che si conserva l’equilibrio numerico. Con la doppia ammonizione di Sissoko e la conseguente squalifica, poi, è accaduto che i nerazzurrri siano riusciti a sfruttare l’uomo in più. Di Maicon ed Eto’o le reti che consentono agli uomini di Mourinho di riprendersi il primato. In attesa del derby capitolino.

Chievo-Livorno: Pellissier e Abbruscato siglano le reti della vittoria locale e danno una mazzata tremenda ai sogni di salvezza del Livorno che, a questo punto, pare condannato a una retrocessione sempre più evidente seppur non ancora matematica.

Atalanta-Fiorentina: la voglia di fare punti dell’Atalanta è più grande di tutto il resto. Ferreira Pinto sblocca la partita al 6′, nella ripresa Tiribocchi prova a chiudere i giochi andando in gol al 24′ e Montolivo riapre la gara 6′ dopo.

Bari-Napoli: un doppio Lavezzi mette in mostra la fame di punti del Napoli, che vuole provare fino alla fine a restare aggrappato al sogno della Champions League. Il Poncho va in gol al 28′ del primo tempo e al 12′ della ripresa. Almiron accorcia le distanze al 30′.

Cagliari-Palermo: l’esonero di Allegri – reo, secondo Cellino di essersi accordato con un altro club – non coincide con il ritorno alla vittoria dei sardi che fanno harakiri contro il Palermo in una gara che ha il sapore di derby isolano. Per i locali, in gol Cossu al 28′ e Jeda al 42′ della ripresa. Passa 1′ e Miccoli accorcia le distanze, nel recupero Hernandez fa 2-2

Catania-Siena: per i toscani, un solo risultato utile mentre gli etnei non hanno problemi di clasifica stazionando a metà graduatoria in tutta tranquillità. Il catania va in gol per primo con Maxi Lopez ma Maccarone – al 4′ della ripresa – trova il pari. Basta attendere un minuto per il secondo vantaggio locale (Biagianti) ma Vergassola firma il 2-2 al 24′.

Parma-Genoa: cinque reti, la vittoria ospite e il rosso a Guidolin (che contestava una scorrettezza morale dei grifoni in occasione della rete di Palacio). Bella gara, vinta dagli uomini di Gasperini che ci hanno creduto di più. Al vantaggio di Palacio (33′), fa seguito la seconda rete dell’attaccante genoano al 6′ della ripresa. L’autorete di Bocchetti e Zaccardo consentono al Parma di pareggiare ma Fatic riporta in avanti i Grifoni.

Sampdoria-Milan: Borriello sblocca insaccando su calcio d’angolo, Cassano pareggia dagli undici metri un rigore concesso per fallo di Bonera (nella circostanza espulso). Dida croce e delizia. Pazzini regala la vittoria ai doriani nei minuti di recupero. A questo punto, restano vive le speranze della Sampdoria di approdare in Champions ma tramontano quelle dei rossoneri di vincere lo scudetto.

Udinese-Bologna: l’autorete di Zapata al 30′ della ripresa lascia pregustare al Bologna la fondamentale vittoria esterna ma bomber Di Natale – ancora lui – trova il pari nei minuti di recupero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>