Roma: vittoria comoda con il Vasas, scoperto un nuovo talento

di Marco Mancini 1

Foto: AP/LaPresse

Si chiama Federico Viviani, ha 19 anni, e probabilmente sarà il nuovo gioiello della “cantera” della Roma. Da quando è iniziata la preparazione, Luis Enrique ha dichiarato che il giovane della Primavera era quello che lo aveva impressionato più di tutti, ed un suo gol ha regalato la vittoria ieri sera alla squadra in amichevole.

Una vittoria scontata, visto che gli avversari del Vasas, anche se militano nella massima serie ungherese, di certo sono tecnicamente di gran lunga inferiori ai giallorossi, ma la gara è servita soprattutto per dare un’identità di gioco alla squadra e provare i nuovi arrivati.

Stekelenburg a parte, tutti i nuovi acquisti si sono finalmente visti in campo, e se per Heinze la partita era di quelle tranquille in cui sei quasi uno spettatore, gli occhi erano puntati tutti su Bojan che non ha sfigurato. Dopotutto forse lui era quello più abituato a giocare in quel modo, visto che il tecnico ha deciso di inculcare il gioco del Barcellona alla Roma. Tanto possesso palla, gli avversari che non la prendono quasi mai, ritmi bassi con improvvise accelerate, terzini che arrivano fino sul fondo del campo ed inserimenti dei piccoli, proprio come Bojan Krkic, che possono segnare da un momento all’altro.

Ed il gol per l’ex blaugrana non arriva solo per questione di centimetri, una decina quelli sul tiro che sfiora il palo su assist di Totti, ancor meno quelli che separano un suo destro dal gol, quando nel primo tempo coglie una traversa. Chi invece trova la rete è il giovane Viviani che, in un momento di stanca della partita, sorprende tutti, portiere compreso, con un tiro dalla distanza che lo coglie impreparato. Quel gol è sufficiente a portare a casa la vittoria, e la consapevolezza che quella che sta per cominciare per lui potrebbe essere una stagione importante.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>