Serie A 31^ giornata: Cavani ferma l’Inter, Lazio super sulla Roma. Fiorentina e Samp ok

di Moreno Commenta

Bologna-Siena 1-4
Chievo-Milan 0-1
Fiorentina-Cagliari 2-1
Inter-Palermo 2-2
Lazio-Roma 4-2
Lecce-Sampdoria 1-3
Napoli-Atalanta 0-0
Torino-Catania 2-1
Genoa-Juventus ore 20.30
Reggina-Udinese si gioca il 12/04/2009

Bologna-Siena: clamorosa batosta interna per la squadra rossoblu che a questo punto deve davvero cominciare a temere la serie B. Il Siena mostra i denti e comincia a fare sul serio dai primi minuti di gioco: in 5 minuti, tra il 6′ e l’11’, Calaiò e Portanova chiudono l’incontro. Marazzina prova a riaprire i giochi ma nella ripresa sono ancora gli uomini di Beretta a colpire con Ghezzal e Kharja.

Chievo-Milan: quando i rossoneri hanno bisogno di punti, chi riesce in un modo o nell’altro ad essere decisivo, attraverso gol o prestazioni da incorniciare, è il sempreverde Seedorf che anche stavolta regala i tre punti ad Ancelotti piazzando l’acuto che chiude la gara (8′ della ripresa).

Fiorentina-Cagliari:
gli ospiti chiudono in nove per le espulsioni di Agostini e Canini ma per la Fiorentina la vittoria ha significato parecchia fatica, specie nei momenti della ripresa giocati in superiorità numerica. Il vantaggio viola lo firma Pasqual all’8′ della ripresa. Il raddoppio della Fiorentina è di Vargas (40′) mentre Ragatzu tiene accese le speranze fino al triplice fischio.

Inter-Palermo:
la capolista impatta in casa dopo una giornata cominciata nel migliore dei modi visto il doppio vantaggio arrivato grazie a Balotelli (15′) e Ibrahimovic che realizza il calcio di rigore fischiato in maniera davvero generosa dal direttore di gara per fallo sullo stesso Ibra. Nella ripresa si scatenano i rosanero: in due minuti Succi (28′) e Cavani (30′) pareggiano i conti delle marcature.

Lazio-Roma:
un derby spettacolare grazie al quale la Lazio riesce a ridare un senso al finale di campionato. La starcittadina si conclude con sei reti e tre espulsi (nell’ordine Panucci, Matuzalem e Mexes). La vittoria locale porta le firme dei bomber Pandev – in gol al 2′ – e Zarate – rete al 4′ e dei centrocampisti Lichtsteiner e Kolarov. Inutili le reti giallorosse di Mexes e De Rossi.

Lecce-Sampdoria: una doppietta di Cassano e la rete di Pazzini a sbloccare la gara confermano l’intesa del duo delle meraviglie di casa doriana. Per il Lecce una sconfitta probabilmente fatale ai fini della salvezza. Inutile il gol locale di Caserta.

Napoli-Atalanta: al San Paolo finisce 0-0 tra Napoli e i bergamaschi dopo una partita bruttissima, tra due squadre senza più grossi stimoli. Per l’ex c.t della Nazionale quarto pari in altrettante gare, mentre gli ospiti gestiscono la partita senza problemi

Torino-Catania: successo fondamentale per la squadra di Camolese, che scavalca Lecce e Bologna, e oggi sarebbe salva. Succede tutto nel finale: vantaggio di Bianchi, pari di Martinez e gol decisivo del difensore a due minuti dal termine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>