Gigi Buffon difende Brkic: “Espulsione e rigore? Regola troppo severa”

di Gioia Bò Commenta

La Juventus campione d’Italia si trova a dover affrontare l’ennesima polemica. A far discutere questa volta è il rigore assegnato alla Vecchia Signora contro l’Udinese, ma ancor più l’espulsione del numero uno Brkic per presunto fallo su Giovinco. A difendere il portiere dei friulani è Gigi Buffon, che – da buon portiere – non è affatto d’accordo sulla regola che prevede rigore più rosso diretto in situazioni simili.

Il numero uno della nazionale parla di regola da rivedere:

Bella vittoria, molto importante per noi. Alla fine rimane un briciolo d’amarezza, constatando che fra tutte le regole che hanno migliorato lo spettacolo calcistico, quella dell’espulsione dell’ultimo uomo rimane la più penalizzante e quella che rende una partita squilibrata a scapito dello spettacolo stesso, soprattutto se applicata nei primi minuti di gioco. Quasi sempre è il portiere che ne fa le spese e nella maggior parte dei casi in maniera ingiusta. In molte situazioni il dazio che noi portieri paghiamo è spropositato e snatura le nostre caratteristiche di coraggio, costringendoci ad essere ostaggi della paura di venire cacciati prematuramente dal campo. Mi ritengo un riformista in tutti gli ambiti, ma quando una regola fa acqua e ci si accorge che non ha apportato una miglioria all’esibizione di turno, sarebbe corretto tornare indietro sui propri passi e ripristinare la regola precedente, per il bene e la tutela del giocatore, del tifoso e in primis del valore-concetto che la sfida è bella e gratificante, se vinta ad armi pari. Siamo nel 2012, il mondo calcistico è sbarcato anche su Nettuno, non si rimarrà ancora inerti a subire passivamente una norma che non vuole nessuno. Sveglia!

Insomma, nonostante l’evidente vantaggio ricevuto dalla Juventus nell’anticipo della seconda giornata di campionato, Buffon non ritiene che la regola dell’espulsione più rigore sia al passo con i tempi. Cambieranno le regole del gioco o dobbiamo aspettarci norme più penalizzanti per chi si macchia di interventi da ultimo uomo?

[Photo Credits | Getty Images]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>