Premier League: Chelsea umiliato, City imprendibile

di Marco Mancini Commenta

E’ un sabato di emozioni quello che si vive in Premier League, grazie soprattutto a delle difese un po’ “allegre”, ma anche all’agonismo mostrato in campo dai grandi campioni che affollano il campionato inglese. Il big match era senza dubbio Chelsea-Arsenal, e non ha deluso le aspettative. Dopo la vittoria del City nel derby, i Blues credevano di essere gli unici in grado di fermare la squadra di Mancini, ed invece la vede scappare via a +9. Tutta colpa dell’Arsenal.

I Gunners infatti alternano un primo tempo inguardabile ad una ripresa da 10 e lode, grazie soprattutto ad un Van Persie incredibile e ad un Walcott che da solo vale l’intera squadra. Comincia bene la giornata per il Chelsea, con una dormita della difesa che permette a Lampard di sbloccare il risultato. Lo show di Van Persie comincia poco dopo la mezz’ora, segnando la rete del pareggio. E a pochi istanti dalla fine del primo tempo, un’altra dormita dei Gunners permette stavolta a Terry di riportare in vantaggio i suoi.

La ripresa è tutta un’altra partita. Il Chelsea forse crede di aver già vinto, o forse Wenger fa la classica lavata di capo ai suoi, fatto sta che l’Arsenal è una squadra mostruosa. Nel secondo tempo gioca a mille, i padroni di casa non toccano palla, e così in 10 minuti il risultato è ribaltato. André Santos, un altro dei migliori in campo, e Walcott riportano in vantaggio i biancorossi, e tentano di gestire la partita. Peccato che all’80’ Mata riporti sul 3-3 il risultato. Partita finita? Sembrava di sì, ma poi uno svarione da campionato dilettantesco della difesa del Chelsea mette Van Persie solo davanti a Cech ed il gol del 3-4 è servito. I Blues si smontano e così, al 92′, ancora l’olandese ha l’opportunità di segnare la tripletta personale.

Non è da meno la capolista. Contro i Wolves la partita era molto più semplice, ma il Manchester City sa come complicarsela. Un primo tempo scialbo fa andare al riposo le squadre sullo 0-0, gli ospiti si difendono bene e ci vuole un episodio per sbloccare la partita. Ed eccolo arrivare: ad inizio ripresa uno svarione difensivo permette a Dzeko di insaccare l’1-0, e di fatto la partita finisce qui perché se il City va in vantaggio in casa, non lo prendi più. Poco dopo infatti Kolarov segna il 2-0, la gara si complica un po’ perché Kompany commette un fallo da rigore e viene espulso, permettendo il 2-1 agli avversari, ma nel finale arriva la rete della sicurezza di Johnson.

Anche l’altra squadra di Manchester, lo United, ottiene i tre punti, ma con il minimo sforzo, grazie ad una rete di Hernandez contro l’Everton, mentre c’è da segnalare il tentativo di rimonta del Liverpool che vincendo contro il WBA si porta al quinto posto, in attesa di sapere cosa farà il Tottenham questa sera.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>